Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Contributi per gli affitti, dalla Regione 31.800 euro a Cassano

penna1

 

La Giunta regionale ha individuato i Comuni beneficiari dei fondi per il programma 2011. Si tratta di un provvedimento che stanzia complessivamente € 15.651.830,51 dei quali €12.208.427,80 ripartiti nell’immediato ai Comuni, e che destina la cifra residua di €3.443.402,71 per le premialità nei confronti dei Comuni che co-finanziano con fondi a carico del proprio bilancio.

A Cassano sono stati destinati 31.809 euro.

I fondi preliminarmente assegnati dovranno essere utilizzati dai Comuni che provvederanno ad emanare i bandi di concorso quindi trasmettere le risultanze dei bandi espletati, entro e non oltre il 20 dicembre 2012, pena l’esclusione dal beneficio per l’anno 2011.

“Di fronte a uno Stato che abbandona gli inquilini al loro destino, azzerando sostanzialmente il proprio sostegno (ridotto a circa 650.000 euro!),- ha detto l’assessore alla qualità del Territorio, Angela Barbanente, commentando l’approvazione del provvedimento-- la Regione mantiene il contributo agli affitti al livello di 15 milioni di euro: uno sforzo che il Governo regionale sente doveroso per garantire il diritto alla casa alle fasce sociali più deboli in un momento nel quale aumentano situazioni di povertà e marginalità estrema. Per rispondere al meglio a un fabbisogno che si fa sempre più pressante e cospicuo, abbiamo condiviso con l’ANCI Puglia e le organizzazioni sindacali degli inquilini e dei lavoratori, due linee di azione: la prima è volta a rendere più efficace l’erogazione del fondo affitti, individuando casi di iniqua assegnazione del contributo e definendo criteri che consentono di fornire supporto a chi ha maggiore bisogno; la seconda mira a sollecitare il contributo dei Comuni, che è stato crescente negli ultimi anni grazie alle premialità assegnate dalla Regione e che, in una fase di grave difficoltà economica per le famiglie e di totale disimpegno statale, occorre ulteriormente rafforzare.”

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI