Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/di_medio_piccola.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/di_medio_piccola.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

Incendi: si è riunito il Tavolo Tecnico interforze

di medio piccola

Massima sorveglianza, coordinamento interforze, utilizzo delle più moderne tecnologie e dei mezzi a disposizione, prevenzione.

Sono i quattro cardini attorno a cui ruota la strategia della Prevenzione e Lotta agli Incendi boschivi determinati questa mattina in Comune dove presso la Sala Consiliare di piazza Rossani si sono riuniti i vertici delle forze dell’ordine, dei corpi specializzati, dei volontari in un "tavolo tecnico". A fare gli onori di casa, il sindaco Maria Pia Di Medio, il vicesindaco Michele Ruggiero, l’assessore Angelo Giustino assieme al Comandante della Polizia Municipale di Cassano, il Maggiore Luigi De Benedictis.

La stagione antincendio comincia ufficialmente il 15 giugno ma già le prime avvisaglie di una stagione che si preannuncia “vivace” ci sono tutte (leggi l’articolo) almeno sul territorio cassanese. Il coordinamento interforze – è stata spiegato nel corso della riunione – sta proprio nell’impiegare razionalmente la sorveglianza e il contrasto degli incendi laddove necessaria grazie alla Centrale Operativa Unificata che può disporre e coordinare le pattuglie sul campo.

Importante è stato anche portare a termine la ristrutturazione delle torrette e dei punti di avvistamento come quella, fondamentale, di Monte Chiancano che permette di osservare un vastissimo territorio fino a Bari.

Prevenzione è poi la parola più ricorrente: meglio, cioè, intervenire prima sulle cause che possono produrre un incendio boschivo che non lavorare per spegnerlo, dopo che ha fatto danni. Il sindaco Di Medio, a tal proposito, ha spiegato che in questi giorni partiranno le verifiche su tutti coloro che presso i borghi cassanesi montano i bomboloni di gas o i barbecue a ridosso della Foresta di Mercadante. “Già tempo fa sono stati mappati e avvisati – ha spiegato il sindaco – ora verificheremo se gli spostamenti ci sono stati altrimenti partiranno le sanzioni”.

Il Maggiore Luigi De Benedictis ha poi posto l’accento sul buon coordinamento che l’estate scorsa si è verificato tra tutte le forze in campo e in particolare con Associazione Pubblica Assistenza di Cassano, un “esperimento” ripetuto con successo anche nel corso di alcune giornate particolari per il nostro paese come Pasquetta, il 25 aprile e il 1° maggio nei quali, grazie alla pianificazione e al coordinamento, la macchina dei soccorsi e della prevenzione si è mossa benissimo. E la scorsa estate il numero e la gravità degli incendi sono scesi drasticamente nel nostro territorio.

Tra l’altro la Di Medio ha annunciato l’interesse, da parte del sindaco di Acquaviva, Francesco Squicciarini a condividere il progetto di Protezione Civile del nostro Comune, data ma comunanza di grand parte del territorio.

Numeroso il corpo dei partecipanti coordinati dall’ing. Volpe tra cui il tenente Adriano Fabio Castellari, in rappresentanza della Compagnia dei Carabinieri di Altamura; il capitano Fabio Di Benedetto, comandante della Compagnia Carabinieri di Gioia del Colle; il maresciallo Maldarizzi, comandante dei Carabinieri di Cassano nonché i rappresentanti territoriali dell’Arif, l’agenzia regionale dei forestali; il Corpo Forestale dello Stato, le Ferrovie dello Stato, i Comandanti di diversi Corpi di Polizia Municipale di località limitrofe a Cassano; l’Ente Parco alta Murgia; la Protezione Civile e alcuni rappresentanti della Associazione Pubblica Assistenza di Cassano che ha sul territorio le funzioni di Protezione Civile.

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI