Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Rifiuti: la Commissione esclude la concorrente della "Tradeco"

municipio

La Commissione Giudicatrice del nuovo Appalto per la gestione dei rifiuti ha escluso una delle due ditte in gara, la Cooperativa "Avvenire" di Putignano.

La decisione è arrivata oggi al termine della apertura delle due buste secondo le modalità del Disciplinare di Gara, quelle relative alla documentazione amministrativa che ogni ditta doveva presentare.

Il documento che la Commissione non ha riscontrato tra quelli richiesti è l'iscrizione in un particolare Registro, quello delle ditte autorizzate a raccogliere e smaltire l'amianto. "Avvenire", infatti, effettua non direttamente ma tramite una ditta-partner questa raccolta ma a quanto pare il Bando non prevedeva questa possibilità. Da qui la esclusione che potrebbe anche essere temporanea dato che la cooperativa putignanese presenterà ricorso.

Per il momento l'unica ditta in corsa rimane, quindi, l'Associazione Temporanea di Imprese "Tradeco-Murgia Servizi Ecologici" ovvero l'attuale gestore dell'appalto, vincitore dello stesso nel 2004.

Ovviamente, il ricorso della "Avvenire" prolungherà i tempi burocratici per l'assegnazione definitiva dell'appalto. Il Disciplinare, comunque, prevede adesso una o più sedute riservate da parte della Commissione durante le quali essa dovrà verificare l'Offerta Tecnica e poi l'Offerta Economica delle ditte (a questo punto, salvo ricorsi, solo dell'ATI) concorrenti.

Commenti  

 
#10 fustigatoresoft 2012-06-09 18:16
....per Grillaio : tu si' che hai capito bene come stanno le cose e da......"Buon Grillo Parlante - della favola di Pinocchio - ci stai dicendo cose vere........!!!!!!!!!! credo !!!!! cittadini apriamo bene gli occhi.....che qualcuno stava facendo lo slalom per annoverarsi tra quelli della Casta Romana. Ma credo stia arrivando un po' tardi....tanto li stanno già dimezzando......si cerca un altro lavoro....se lo trova.
 
 
#9 grillaio 2012-06-08 09:16
La vera anomalia non è l'esclusione di una ditta dalla gara (il rispetto delle regole deve essere sacrosanto, ma la partecipazione di sole due ditte ad un appalto "lucroso". Come mai? Io rifletterei su questo dato.
 
 
#8 Red.ne x Depinto 2012-06-08 07:32
Gent.mo De Pinto,
la Commissione non è stata selezionata dalla Prefettura che non ha competenze in materia ma dagli Uffici Comunali e in particolare dalla Segreteria Generale e dall'Ufficio Ambiente che hanno richiesto - ad esempio all'Ordine degli Avvocati della Provincia di Bari - una terna di nomi da cui poi è stato scelto un membro; oppure contattato direttamente personalità autorevoli in questo campo come il Direttore Generale del Comune di Molfetta.
 
 
#7 giannidepinto 2012-06-07 22:23
Ah dimenticavo! Con rispetto parlando se qualcuno oggi dice che nella gestione dei rifiuti si annida la più subdola attività mafiosa fa la scoperta dell'acqua calda. E sì, perchè c'è un libro e pure un film con lo stesso titolo: GOMORRA che parlano anche dell'affare MONDIALE dei rifiuti. E poi altre migliaia di libri e processi che ne spiegano i dettagli. Comunque speriamo che almeno questa amministrazione, senza nulla togliere alle altre, con l'aiuto di ciascuno di noi riesca a far partire la raccolta differenziata.
Saluti!
 
 
#6 giannidepinto 2012-06-07 22:14
Prima di tutto la redazione dovrebbe precisare, a scanso di equivoci, che la benedetta commissione giudicatrice è stata "decisa" da organi superiori ovvero la prefettura. Almeno così mi era parso di capire partecipando ad un incontro aperto a tutti tenutosi un pò di tempo fa in Comune. Me ne scuso sin da ora se ho capito male. Poi leggendo l'articolo oggetto del presente commento ho anche capito che alla fin fine succederà che SI PROLUNGANO I TEMPI. Il tutto a discapito della comunità. Ora, ma possibile mai che una ditta partecipa ad una gara d'appalto e non si informa di tutto per evitare che possano accadere spiacevoli inconvenienti? Il vero problema è che purtroppo dobbiamo ancora aspettare per la soluzione rifiuti. Queste sono le inutili lungaggini burocratiche ITALIANE.
E io pago!
 
 
#5 ciccio c. 2012-06-07 20:26
Meraviglioso, ma in fondo questa è un'altra cambiale portata all'incasso.
Spero che i cittadini, dopo aver ricevuto il bollettino della TARSU ed aver valutato la qualità del servizio, sappiano spazzare via questi amministratori ad iniziare dal loro ispiratore politico, quel tale che ha già iniziato a cambiare poltrona con l'intenzione di candidarsi ad un seggio romano. TUTTI A CASA
 
 
#4 fustigatoresoft 2012-06-07 06:55
..................anche Salomone sarebbe in imbarazzo a dover scegliere quale sarebbe l'Offerta Tecnica ed Economica più conveniente avendo una sola Azienda che partecipa alla Gara.........................!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! e quindi.................la conclusione è già scritta.
 
 
#3 fustigatoresoft 2012-06-06 22:29
--------------rileggete il mio commento precedente: l'avevo previsto, ..però non si capisce cosa sta accadendo, prima l'Amministrazione critica la vecchia gestione dei rifiuti e.........poi per cavilli burocratici - pure a ribasso di costi per la collettività - si esclude il Nuovo per farsi ancora abbracciare dalla spirale altamurana......mi sa tanto e non poco di un bell'inciucio..............ai cittadini di buon senso riflettere e giudicare l'operato della commissione giudicante. Vendola ha avvertito che proprio nella gestione dei rifiuti si annida la più subdola attività mafiosa.
 
 
#2 sempre_i_soliti 2012-06-06 17:50
a cassano mangiano sempre i soliti...non voglio aggiungere altro...
 
 
#1 volavola 2012-06-06 16:50
Sono senza parole.A Cassano chissà perchè non si riesce a cambiare qualcosa.Comunque resto sempre del parere che anche se la ditta Avvenire vincesse il ricorso non cambierebbe niente perchè non potendo organizzare tutto ex novo,resterebbe la situazione attuale(stessi operatori,stessi cassonetti,stesso servizio)ovvero di schifo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI