Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

Assegni di cura: dal 25 maggio la liquidazione

municipio

L'assessorato ai servizi sociali del Comune di Cassano informa che venerdì 25 maggio saranno erogati gli assegni di cura sui conti correnti degli aventi diritto.

Si tratta di somme relative al 2009 e liquidate dal Comune capofila dell'ambito per il Piano di zona al termine di un lungo iter istruttorio burocratico.

L'assegno di cura è un sussidio economico mensile per l'assistenza e la cura a domicilio di persone che, non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, hanno bisogno di un'assistenza continua.

L'obiettivo di questa forma di assistenza è quello promuovere la domiciliarità, riducendo il ricorso ai ricoveri in strutture residenziali. Ciò consente anche di mantenere le persone inserite nel proprio contesto familiare e sociale.

L'ammontare dell'assegno di cura è variabile ed è generalmente correlato ai seguenti fattori:

    il reddito, determinato tramite l'Isee, l'indicatore che consente di tenere conto, oltre che del reddito vero e proprio, anche di altri fattori che concorrono al benessere della famiglia, come le proprietà immobiliari e i depositi bancari;
    il bisogno assistenziale della persona non autosufficiente, certificato dal medico in base ad un punteggio in centesimi;
    la presenza di demenza, come l'Alzheimer o di altro altro, accompagnata da gravi disturbi comportamentali;
    la presenza o meno di badanti.

Il diritto a ricevere l'assegno di cura non spetta per tutta la vita. Con diversa periodicità, infatti, vengono effettuate verifiche sia dell'Isee, sia degli altri requisiti.

 

Commenti  

 
#2 Pino Fraccalvieri 2012-05-23 18:03
Veramente scandaloso, ci sarebbe da vergognarsi per come vengono maltrattate e umiliate persone con gravi e gravissime disabilità. nel Trentino l'assegno di cura viene liquidato ogni anno e così in altre regioni per non parlare di altri stati eropei come la Svizzera che nel giro di pochi mesi erogano un assegno mensile a vita. Dopo "solo" tre anni speriamo si riesca a liquidare questo benedetto assegno di cura. Inoltre si spera che non dobbiamo asettarne altri tre per l'assistenza indiretta....Povera Italia!!!
 
 
#1 anonima cassanese 2012-05-23 11:38
Bravi!!!! in maggior modo al piano di zona, finalmente dopo tre anni, quella povera gente,li avrà. Anche se hanno lavorato, molto quindi devono, andare in ferie, poi se ne parla, fra tre anni per quella indiretta , non preoccupatevi, meglio tardi che mai!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI