Venerdì 23 Agosto 2019
   
Text Size

Per questa foto, "ViviCassano" chiede le dimissioni di Di Canosa

Di Canosa con Mussolini

"Chiediamo le dimissioni del consigliere e capogruppo PdL, Di Canosa o se ciò non dovesse accadere, chiediamo l'intervento del Sindaco".

La richiesta è stata fatta poco fa, nel corso del Consiglio Comunale, da parte del capogruppo Rico Arganese di "ViviCassano-PD" che ha fatto notare che sul profilo Facebook di Di Canosa è presente da diverso tempo questa foto che ritrae lo stesso assieme al Duce.

"Chiaro che si tratta di uno scherzoso fotomontaggio" - ha detto Arganese - "ma non possiamo non sottolineare la gravissima responsabilità del consigliere che avrebbe dovuto immediatamente rimuovere l'inquietante fotoritocco, anzichè scherzarci sopra".

Il capogruppo PD ha fatto presente che potrebbe configurarsi, per qunto accaduto, anche il reato di apologia di reato ovvero l'inneggiare, in qualche modo, al fascismo.

Il sindaco, cui era rivolta l'interrogazione, ha detto di non conoscere la circostanza non essendo utente Facebook e che verificherà il da farsi.

Di seguito, il testo della Interpellanza del PD.

 

A nome del gruppo consiliare PD – Vivi Cassano
 
Premesso che
 
  • da qualche tempo, su Facebook, sul profilo pubblico del consigliere, nonché capogruppo della maggioranza in questo consesso, Pasquale Di Canosa appare una foto, frutto di palese fotoritocco, che vogliamo portare all’attenzione di questo consiglio.
  • La foto in questione riproduce l’imbronciato leader del ventennio fascista che tiene la mano poggiata sulla spalla di un suo gerarca che, grazie al fotomontaggio, ha assunto le sembianze di un sorridente Pasquale Di Canosa. L’immagine è accompagnata da una precisazione: “Questo ritocco l’ha fatto P.C., napoletano. Se non siete contenti, scrivete sulla sua bakeca”.
Sia ben chiaro, lo scherzo dell’amico/parente/conoscente ci può stare, ma la responsabilità in questo caso del pubblico amministratore è invece “gravissima”: il suo essere sorridente accanto ad un personaggio storico che si è macchiato di grandi nefandezze ed il cui operato è stato messo al bando dalla nostra costituzione, la dice lunga sul suo senso delle istituzioni e sul loro rispetto.
A maggior ragione della carica istituzionale che ricopre, il consigliere Di Canosa, per senso di responsabilità e per rispetto della costituzione, avrebbe dovuto rimuovere immediatamente quell’immagine e non l’ha fatto; non solo: a chi gli chiede di rimuovere la foto, il nostro consigliere replica “Non la levo la foto, e che cappero: un po’ di ironia non guasta mai. E poi, vi avevo detto di incazzarvi con mio cugino”. E aggiunge: “A dimenticavo: credere, obbedire e combattere. E adesso incazzatevi pure”.
Il suo restare con quel volto sorridente accanto al personaggio in questione, è segno evidente della sua condivisione di quell’immagine; e la presenza della stessa immagine su facebook, piattaforma informatica pubblica frequentata certamente “da un gruppo di persone non inferiore a cinque”, potrebbe anche configurare, a nostro avviso, reato di apologia. E ancor più potrebbero configurarlo le sue deliranti affermazioni, con le quali non solo mostra di condividere, ma addirittura rincara la dose ripetendo uno degli slogan di regime ed invitando la gente ad incazzarsi…
Al consigliere-capogruppo Di Canosa vogliamo ricordare che l'apologia del fascismo è un reato previsto dalla legge 20 giugno 1952, n. 645 (contenente "Norme di attuazione della XII disposizione transitoria e finale (comma primo) della Costituzione"), e viene commesso, fra l’altro anche da chiunque «pubblicamente esalti esponenti, principi, fatti o metodi del fascismo», e l’essere sorridente accanto ad un personaggio di tale fatta su facebook significa condivisione ed esaltazione.
Ricordando ancora al consigliere-capogruppo Di Canosa che la legge prevede sanzioni detentive per i colpevoli del reato di apologia, più severe se il fatto riguarda idee o metodi razzisti o se è commesso con il mezzo della stampa (e facebook, sebbene non sia mezzo della stampa, comunque ne riproduce gli effetti di diffusione e divulgazione), e che tale pena detentiva è accompagnata dalla pena accessoria dell'interdizione dai pubblici uffici, noi consiglieri del gruppo PD-Vivicassano chiediamo al consigliere Di Canosa, proprio per la sua istituzionale carica di consigliere e di capogruppo di una parte politica, la rimozione dell’immagine in questione dal profilo facebook e le immediate dimissioni da questo consesso per la sua gravissima irresponsabilità.
Dubitando della sensibilità del consigliere, viste le sue deliranti affermazioni, e facendo leva sulla sensibilità del sindaco e dei colleghi consiglieri.
 
Tanto premesso e considerato
 
i sottoscritti consiglieri comunali
 
interrogano il Sindaco
 
per sapere, per quanto di competenza, quali atti amministrativi e politici intende porre in essere evidenziando che in assenza di interventi adeguati provvederemo a segnalare l’episodio alle autorità competenti, giacché la storia di Cassano, l’appena celebrata ricorrenza del 25 aprile non meritano l’affronto perpetrato dal consigliere-capogruppo della vostra maggioranza e, come dice il sindaco nel suo messaggio per il 25 aprile, “Dobbiamo opporci a tutti i rigurgiti di violenza, sia morale che fisica, che mina la nostra Italia. Dobbiamo costruire l’essere Cittadini del Mondo. Dobbiamo essere degni dei martiri della Resistenza”.".

 

Commenti  

 
#53 giannidepinto 2012-04-29 09:31
Caro Signor Carlo D., non volevo affatto ridicolizzare nessuno con il mio commento però se guardiamo la realtà (crisi economica in primis) è assurdo continuare a pensare come se nulla stia accadendo e parlare più del dovuto di argomenti non proprio seri. I miei neuroni sono un pò arrabbiati perchè leggendo tanto poi si ribellano non volendo accettare argomenti che meritrebbero meno importanza. La grande crisi americana del 1929 fu superata grazie al Presidente Franklin Roosevelt che dal 1933 cominciò il suo mandato terminandolo nel 1945 quando morì mentre era in carica. Questo Presidente cominciò a costruire infrastrutture e opere pubbliche negli stati uniti (dando lavoro a tantissimi operai disoccupati) e facendo investire i risparmiatori piccoli e grandi in titoli di stato americani. Risultato? Dopo 4 anni l'America non solo aveva superato la crisi ma si trovava con opere pubbliche e infrastrutture all'avanguardia. Ecco Signor Carlo D. queste sono cose fatte da uomini, cioè esseri umani di buon senso, che si sono rimboccati le maniche, che non hanno dormito la notte per il bene del Paese, con umiltà.
Vede Signor Carlo D. per queste cose dovremmo spremere i nostri neuroni in maniera più decisa. Senza offendere nessuno ovviamente. Non me ne voglia.
Poi l'altro argomento che fece scalpore qualche settimana fa aveva come argomento gli animali. Ora, con tutto il rispetto e l'amore che ho per gli animali, posso affermare che "purtroppo" sono un pò diversi dagli uomini, cioè saranno pure intelligenti ma se si è in due su una torre chi si butterebbe giù? Allora verrebbe fuori il vero istinto di sopravvivenza e animalisti o no... I cani e tutti gli altri animali nascono liberi e dovrebbero esserlo per sempre. Anche se sono presi in affidamento (non voglio dire che hanno un padrone, mi secca molto questa parola anche per gli animali). L'accanimento dell'uomo a volerne uno per sè deriva dalla sua incomunicabilità verso i suoi simili che è un grande errore. Si va d'accordo con gli animali perchè non possono parlare, quando poi il cane decide di fare il cane allora l'uomo di turno lo abbandona in strada. A questo punto il cane continua a fare il cane e i cosiddetti animalisti (alcuni di essi sporcaccioni) a questo punto potrebbero riunirsi e prendersi cura a 360 gradi di tutti i cani della zona con tempo e soldi loro perchè secondo me se devo dare un piatto di pasta a qualcuno preferisco darlo a un essere umano e non a un cane.
Poi se sembro cattivo dicendo questo me ne dispiace ma se dicessi il contrario sarei ipocrita.
La saluto cordialmente Signor Carlo D.
Un sorriso a tutti.
 
 
#52 x indignata 2012-04-28 16:33
IO CREDO NEGLI IDEALI
Non credo alla destra o alla sinistra e al voler etichettare ad ogni costo un individuo che vuole partecipare alla vita pubblica.
E non credo a chi si professa da sempre figlio della lupa e poi rinnega tre volte per salvare la poltrona.
Ma la faccia l'ha persa. Ed il rispetto dei cittadini che credono nei valori.
E' da queste piccole cose che si costruisce una SANA politica.
Perchè se veniamo presi per i fondelli per queste piccole cose.... immaginate le altre, quelle che alcuni ritengono le sole importanti.
DIMETTITI DI CANOSA
 
 
#51 SMILE 2012-04-28 11:37
Questa è la Cassano in cui siamo cresciuti?Questa è la Cassano dei favori, la Cassano che non parla, perché non sa.
Perché l'ignoranza è comoda, e tutti seguono il solito pollo che si crede un'aquila (Concedetemela) .
Io credevo che questo paese,potesse cambiare. E invece no, rimane appunto quel piccolo paesino, dalla mentalità ristretta. Quel posto da cui tutti vogliono andare via, che è ben diverso da scappare,perché capiscono, che per quanto tu possa voler cambiare le cose,sarà la sua miopia a cambiarti.Per quanto riguarda il caso specifico, di cosa vogliamo meravigliarci? Non puoi che chiamarla ignoranza,mista ad un senso di incoscienza, perchè non basta essere ignoranti per pubblicare un'immagine del genere. Inevitabilmente, non si è colto il senso di "liberazione". L'Italia è stata Liberata, ma a quanto pare ben pochi hanno realmente compreso il senso della giornata, che è ben lontano dalla scampagnata in foresta. Il mio invito, da cassanese (poco fiera di esserlo in questo momento) è di svegliarci da questo sonno inquieto. Il mio invito è quello di pensare, e non lasciare che siano gli altri a farlo per noi. Perché l'essere rappresentata da persone che hanno anche il tempo per modificare e pubblicare tali immagini, a me non va bene. Termino con una delucidazione:
PUBBLICARE: PALESARE AL PUBBLICO, RENDERE DI PUBBLICO DOMINIO
 
 
#50 carlo D. 2012-04-28 11:07
giannidepinto come si permette a criticare i commentatori liberi. Pensi ai suoi neuroni prima di lasciare commenti
 
 
#49 giannidepinto 2012-04-28 10:13
50 commenti per una foto! Che serietà! E che maturità! Davvero. Ma perchè non sfruttare i neuroni per cercare soluzioni in favore della comunità? Ma come cittadini cassanesi dobbiamo riprendere questa foto e sfruttarla alle prossime votazioni oppure proporre novità che spazzano via tutte queste abitudini retrogade di malapolitica? Spero che non si basi su fotomontaggi la prossima campagna elettorale! Chi non ha peccato scagli la prima pietra. Ci vuole umiltà per governare. Uniamoci per il bene del futuro.
 
 
#48 indignata x comm. 34 2012-04-28 07:26
ma tu veramente credi ancora agli ideali? davanti ai soldi gli ideali vanno a farsi fottere!sia di destra che di sinistra.
 
 
#47 M.C. 2012-04-27 19:01
Credo nella superficialità del consigliere Di Canosa, nella serietà del consigliere Arganese e nell'intelligenza degli elettori. Sarebbero opportune delle scuse pubbliche.
 
 
#46 ahah 2012-04-27 17:19
i "compagni" di merenda,eccoli! amabili finti sapienti. meglio un mussolini che un partigiano criminale!
 
 
#45 Tonino 2012-04-27 15:47
Si intravedono le orecchie a sventola di Pasquale
 
 
#44 giovanna gemmato 2012-04-27 14:25
Non credo che bisogna passare semplicemente come una "goliardata" questa cosa, la persona in questione è un rappresentante locale della Repubblica e come tale ha delle responsabilità di fronte a tutta la cittadinanza. Non sono d'accordo con Giampaolo Patruno sulla libertà del proprio profilo Facebook: qui si tratta di LEGGE (e lo ripeterò fino alla nausea) e la LEGGE dice che l'apologia del fascismo è reato. Punto. Quindi, caro "qualunquemente", se anche il Papa pubblicasse questa foto lo disprezzerei ugualmente. Questo è il mio parere. Con stima.
 
 
#43 x qualunquemente 2012-04-27 13:10
I comici, sebbene tali, sono più seri di quanto si immagini.
I politici, sebbene debbano dare l'esempio, sono irresponsabili
 
 
#42 N. 2012-04-27 13:06
qualunquemente: non è proprio così. Sono i commenti della sapienza, qualche altro e dello stesso di Canosa (citando pure uno slogan dei fascisti) e lo pensano veramente.. quella è l'apologia al fascismo. Se non lo sai bene, è un reato. Ma come al solito non si farà niente.. ma noi che faremo? Continueremo a chiedere sempre dimissioni, faremo cambiare qualcosa? O lasceremo cadere nel dimenticatoio fra qualche giorno?
 
 
#41 Fiori_di_Maggio 2012-04-27 13:05
qualunquemente non mischiamo le cose!
a parte che Benigni è abbastanza intelligente da non farsela neanche una foto del genere (non ha neanche il tempo), perchè una cosa è il film che ne ha fatto, una cosa è una immagine così stupida. Altra differenza, benigni è un attore/comico, il capogruppo 'inquisito' lavora in un bene comune, quindi ha responsabilità civili e penali.

Quindi Giampaolo Patruno, se io ti ridicolizzo, e ti offendo su facebook, non è reato, è libertà di pensiero? :)
Ognuno è libero di fare quello che vuole, sopratutto sui social network, rimane il fatto che se si ricopre comunque una carica a livello cittadino, hai delle responsabilità e una 'visibilità'... poi se la politica la vedete come una cosa 'a giocare', fate pure! Ma non mi pare sia la stessa cosa...
 
 
#40 Inquisitore 2012-04-27 12:26
Patruno io non ho niente in contrario al suo concetto di libertà: Di Canosa esprima le sue idee, abbia il coraggio di dire cosa rappresenta Mussolini per lui.
A chi pensa che con la dittatura in Italia ci sarebbe meno corruzione voglio solo dire che non cambierebbe nulla. Se non meno libertà per i soliti fessi. La gente onesta.
 
 
#39 qualunquemente 2012-04-27 11:06
mi chiedo questa foto "ironica" l'avesse fatta benigni o tanti altri comici avrebbe avuto tutto questo scalpore?
 
 
#38 Giampaolo Patruno 2012-04-27 10:44
E voi che attaccate Pasquale di quale " LIBERTA' " parlate ? Vuoi vedere che devono decidere altri cosa è meglio pubblicare sul proprio profilo Facebook...
 
 
#37 Inquisitore 2012-04-27 10:15
Un assessore a commento di quella foto ha scritto: "dovremmo davvero ritornare a quei tempi certe volte".
Scripta manent.
Dimissioni subito
 
 
#36 Fiori_di_Maggio 2012-04-27 10:06
Premesso che Di Canosa non è un mio rappresentante, dato che è solo il capogruppo di un partito (sì di maggioranza, diventato tale per soli 92 voti) ma che non ho votato io... e che per di più ha al suo interno gente che non sa neanche cosa significa ne Libertà ne Popolo.
Intanto, dire che il regime fascista ha portato cose positive al nostro Paese, è davvero una ridicola affermazione... La facilità con cui si sono perpetrate leggi razziali su ordine di terzi, 'a destra' e manca supera di gran lunga le piccolezze fatte in una società dove non erano previste delle aperture a livello economico. La verità è che la classe politica è lo specchio di questa società, nonchè dei suoi elettori, stolti e sbadati, che solo quando le cose vanno male si rendono conto di essersi calati le braghe.

La gravità sta nell'averlo messo lì sapendo quali fossero le sue 'poche' idee. E nell'essere i mentori di una Storia distorta, i vinti non sono vittime.

Altresì non ci voleva neanche un genio, per far si che venisse a galla questa cosa (che stava lì dal 5 aprile), e che è lì al Comune nell'indifferenza generale, lui come tutti gli altri.

p.s. Se la memoria non la si coltiva, la storia non cambia e gira sempre allo stesso modo!
 
 
#35 paesano 2012-04-27 09:42
conosco bene di canosa la sua e solo ironia ma sinceramente non mi sento di crocifiggerlo,forse il duce in questa italia di soprusi che ci troviamo ora non sarebbe male riaverlo
 
 
#34 X indignata 2012-04-27 08:43
In serial tv americano la scorsa settimana la protagonista disse "non facciamo come Berlusconi!".
Si parlava di sesso.
Questa è l'Italia nel mondo. Dopo pizza, spaghetti e mafia adesso c'è anche Berlusconi.
Chi conosce Pasquale sa quali sono le sue idee. Allora dico caro Pasquale e cari tutti abbiate il coraggio delle vostre idee, abbiate la faccia di dire ai cittadini cosa pensate e cosa siete. Questa è libertà. Se invece rinnegate, come Giuda, le vostre idee per salvare la poltrona (da assessore) allora siete nulla e come tale non meritate il rispetto perché non si può aver rispetto del nulla.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.