Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/sindaco_e_Antelmi.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/sindaco_e_Antelmi.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

Randagismo, Di Medio: “Questo l'intervento del Comune”

sindaco e Antelmi

 

Dal sindaco Maria Pia Di Medio, riceviamo e pubblichiamo.

 

 

Un altro importante traguardo è stato raggiunto. Dopo un lungo periodo di difficoltà di ordine burocratico ed autorizzativo è iniziata l’attività del canile sanitario e rifugio, con la possibilità di alloggiare i cani randagi che hanno ormai invaso il centro abitato, e dare così piena attuazione alla Legge 281/91  e alla L.R. 12/95 e ss.mm.

Ritengo doveroso portare a conoscenza della cittadinanza l’iter seguito, onde evitare interpretazioni di fantasia che nulla hanno a che vedere con la realtà dei fatti.

Come ormai tutti sanno, siamo aggiudicatari di finanziamento regionale, nell’ambito degli interventi di “Libera”  (“Libera il bene”) per la riutilizzazione dei beni sequestrati ad attività di tipo mafioso, per la costruzione di un canile sanitario-rifugio in contrada “Cerritello”.  Le lungaggini burocratiche e l’emergenza della presenza sempre più numerosa di randagi nel centro abitato mi hanno spinta a cercare una soluzione temporanea, ma efficace. L’idea era quella di affittare, temporaneamente,  un “modulo” e l’ambulatorio del canile “Natura Center” giacché, per precisa prescrizione dei NAS, è proibito trasferire fuori Comune i cani accalappiati. Durante il sopralluogo effettuato con il Comandante della Polizia Municipale abbiamo avuto modo di rilevare la presenza di un’altra struttura poco distante, completamente isolata ed indipendente e vuota, che era stata costruita molti anni fa e poi abbandonata (perché, da disposizioni della L. 281, l’attività di canile sanitario è riservata solo ai Comuni), con caratteristiche perfettamente idonee alla destinazione di canile sanitario e rifugio, con 200 posti. Con il Comandante della PM ci siamo attivati per far effettuare i sopralluoghi necessari da parte della ASL che ne ha sancito l’idoneità con alcune prescrizioni (piccoli lavori di adeguamento). Si è quindi deciso di richiedere un comodato d’uso gratuito per la struttura. I proprietari hanno accettato la proposta provvedendo anche ai piccoli lavori.

Abbiamo cercato di stringere i tempi in prossimità del periodo Pasquale per rendere più sicure alcune zone come la via del Convento e i Borghi, affidando provvisoriamente la gestione agli attuali proprietari con gli stessi costi applicati attualmente per le unità presenti nel canile/rifugio “Natura Center”.

Nel frattempo stanno arrivando gli arredi della sala chirurgica (tali arredi, di proprietà del Comune, saranno trasferiti nel nuovo Canile Comunale appena questo sarà operativo) e, quindi, inizieranno a breve le operazioni di sterilizzazione e microcippatura a carico del Servizio Veterinario della ASL, mentre per le cure di eventuali patologie sarà necessario valutare (in tempi brevi) offerte di collaborazione veterinaria ad evidenza pubblica, così come sarà effettuata una gara ad evidenza pubblica per la gestione temporanea del canile, una volta superata questa prima fase di emergenza.   

E’ necessario chiarire, a questo punto, quali sono le nuove disposizioni ASL in materia di accalappiamento. Infatti tale servizio era stato sospeso verso la fine del 2011 a causa dei tagli di bilancio ASL ed esternalizzato con bando ad evidenza pubblica. Per il nostro Distretto l’aggiudicatario del servizio, a gennaio, è stato “Natura Center” che possiede tutti i requisiti ed i mezzi idonei.

Pertanto l’iter per l’accalappiamento è il seguente: la segnalazione va fatta alla PM che avvisa il servizio accalappiamento, come da disposizioni ASL, la quale, a sua volta, programmerà il proprio intervento per la sterilizzazione e la microcippatura presso il canile.

Sarà nostra cura comunicare, sul sito del Comune, gli orari di apertura e chiusura al pubblico onde favorire le visite per le eventuali adozioni.

Si auspica altresì una costruttiva collaborazione, mediante convenzione (come previsto dalla L.R. 12/95 e ss.mm.), con le associazioni animaliste per le attività di loro competenza previste dall’art. 14 punti b) e c) della riportata Legge Regionale. A questo proposito si ricorda che le attività presso il canile sono consentite solo alle Associazioni iscritte nell’elenco regionale.

In conclusione torno a ribadire la temporaneità dell’uso della struttura suddetta, ma le attività di base che vi vengono svolte sono strutturalmente le stesse che saranno svolte nella “Dog House” e che potranno solo essere migliorate ed incrementate con tutte quelle iniziative che la disponibilità degli spazi consentirà. Possiamo parlare di prove generali.

Commenti  

 
#4 pippuccio 2012-04-14 23:21
Stasera, verso le 19,00, un gruppetto di cinque o sei cani ( di taglia M- X - XL) dal piazzale del convento si allontanava per la salita della stradina che porta alla panoramica.Mi chiedevo : sono i cani portati al canile e subito rilasciati, o sono altri cani randagi sfuggiti alla cattura ed ancora a zampa libera? ( a meno che non siano evasi con uno stratagemma , eludendo i controlli). Può essere sicuramente che si siano raggruppati i cani sfuggiti dai vari branchi e che non si sono lasciati prendere. Forse è necessaria u'altra retata per azzerare il conto.
 
 
#3 Hachi 2012-04-14 16:57
Ma se non si incentivano le adozioni e non si sterilizzano i cani trovati vaganti per strada il problema rimane lo stesso!!
 
 
#2 Mr. X 2012-04-14 11:38
sono io non è detto che debbono tornare per strada...ci sono diversi modi di gestir la cosa...il cane di quartiere può tornare per strada ma se è un cane vagante catturato resta in canile fino all'adozione ;)
 
 
#1 SONO IO 2012-04-13 23:24
MA X LEGGE DEVONO TORNARE PER STRADA. PERCHE INVECE RESTANO NEI CANILI?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI