Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Le giornate di chiusura della scuola non vanno recuperate

scuola

 

Non saranno recuperate le cinque giornate di chiusura delle scuole cassanesi, a seguito delle Ordinanze sindacali per il cattivo tempo.

Secondo chiari riferimenti normativi, infatti, resi noti dalle Direzioni Regionali, in caso di “forza maggiore” e dunque in presenza di una Ordinanza da parte del sindaco, quei giorni di chiusura non vanno computati nei 200 giorni con i quali l’Anno Scolastico viene considerato valido.

Scendendo sotto quel limite, cioè, per legge l’anno non è valido e dunque occorre svolgere 200 giorni di lezione ma se c’è un caso di assoluta imprevedibilità e dunque un provvedimento da parte del Sindaco, i giorni persi non entrano in quel computo.

Nei giorni scorsi, in molti si erano chiesti, infatti, se le cinque giornate di chiusura sarebbero state recuperate per le vacanze di Carnevale (previste per il 20 e 21 febbraio nonché il 22 solo per il Liceo) o Pasqua (dal 5 all’11 aprile) mentre ai due Licei già si parlava di sospensione delle Assemblee di classe o di Istituto. 

Commenti  

 
#17 Studente Modello 2012-02-16 11:54
Visto che nevica molto stamane e fa molto freddo… invito il Sindaco a chiudere le scuole ed a non fare uscire gli studenti da esse.
Le lezioni si protrarranno a tempo indeterminato finchè le strade saranno praticabili e saranno tornate le rondini a volare.
 
 
#16 Redazione x ma va 2012-02-16 10:14
Lei è in assoluta malafede. Qui non scompare niente: probabilmente avrà letto un vecchio articolo inserito in archivio senza guardare la data. Non abbiamo pubblicato, di recente, articoli riguardanti l'amianto e dunque non abbiamo fatto scomparire nulla. Non lanci accuse gratuite senza essere certo di quel che scrive.
 
 
#15 pinco pallino 2012-02-16 09:27
Sono solo un genitore che fa il suo dovere, ma in giro, ve lo assicuro, ne ho visti tanti che neppure aprono gli zaini!
 
 
#14 ma va 2012-02-16 09:25
x commento 12: questo commento non era riferito all'articolo in oggetto...è stato erroneamente postato..in quanto era riferito all'articolo sull'amianto di ieri...magicamente scomparso.....
 
 
#13 tizio 2012-02-16 08:24
una cosa è certa è che il 10 è l'11 si poteva benissimo andare a scuola come hanno fatto negli altri paesi!
 
 
#12 x ma va 2012-02-16 08:21
ma che cavolo di ragionamento fai?
se non lo sai le feste patronali vengono finanziate dalle varie commissioni,il comune non c'entra nulla,inoltre proprio quest'ultime non tolgono nulla alla nostra scuola in quanto avvengono maggiormente in agosto e settembre!
 
 
#11 a pincopallino 2012-02-16 08:15
sei per caso un docente?il tuo non mi sembra un problema altrettanto importante,per la serie:chi mi ama mi segua,è sempre stato così.
 
 
#10 JRP 2012-02-15 22:14
x pinco pallino
posso garantire che se non fossi un genitore premuroso (come credo lo siano gli altri che hanno scritto commenti), non starei quì a scrivere ciò che ho scritto e stai pur certo che i genitori che non fanno fare i compiti a casa, che non controllano lo zaino dei figli non stanno certamente quì a scrivere e battersi per il recupero dei giorni di scuola persi. A differenza di quanto qualcuno possa pensare, ci sono ancora genitori che fanno realmente il proprio dovere di genitore. Quindi non scriviamo cose tanto per scrivere...fammi la cortesia.
 
 
#9 per tutti 2012-02-15 21:25
Ma come mai non ci si fa tanti problemi per i programmi e per i recuperi delle giornate scolastiche in caso di elezioni e di ballottaggi? Avete dimenticato che solo qualche anno fa tra vacanze di Pasqua, primo turno e ballottaggio le scuole sono state chiuse per quasi tutto il mese di aprile? Allora non ci è stato tutto questo gridare alla perdita del diritto alla scuola. E che dire poi delle settimane di autogestione pilotata, delle giornate dello sport e dell'arte nelle scuole superiori? Non vi siete mai accorti che la maggior parte dei vostri giovani era fuori della scuola già alle nove o alle dieci in quelle giornate? Sarebbe ora di incominciare ad aprire gli occhi e ad essere più concreti!!!
 
 
#8 pinco pallino 2012-02-15 19:18
spero soltanto che quei genitori che tanto si battono per il recupero delle giornate di chiusura della scuola per la neve siano genitori che facciano il loro dovere, che provvedano a far studiare e svolgere i compiti a casa, che controllino che nello zaino ci siano quaderni, libri e quanto occorre per poter svolgere le attività didattiche in classe. Sapeste quanto ritardo e perdita di tempo tutto ciò comporta nello svolgimento regolare delle attività. didattiche ogni giorno
 
 
#7 azz 2012-02-15 18:54
o ma che commentoni che avete inviato
 
 
#6 JRP 2012-02-15 13:22
per commento N.3
Lei si contraddice diverse volte nel Suo commento, prima dice che i programmi non si portano a termine comunque, poi dice di aprire per 10 pomeriggi, non mi sembra molto coerente con se stesso/a.
Per quanto riguarda la chiusura per 5gg delle scuole resto dell'idea che martedì 7 e mercoledì 8 febbraio c'era la necessità di chiudere, ma per i restanti giorni mi è sembrato superfluo e Le garantisco che non ne faccio una questione politica, come magari qualcuno può pensare, parlo solo da genitore e basta.
 
 
#5 ma va 2012-02-15 11:36
Il discorso è che bisognerebbe dar priorità a queste emergenze..e non alle feste patronali(con tanto di rispetto).Il Sindaco con i consiglieri , vigili ed esperti dovrebbero mettersi a tavolino e pianificare i casi che risultano più urgenti onde farci vivere meglio!. Allora l'amianto è dannoso alla salute? Bene..a Cassano c'è tanto amianto? Incominciamo a toglierlo..non importa se i soldi vengono presi dal gruzzolo destinato alle varie feste e sagre...almeno è sicuro che non ci ammaliamo e quindi in seguito le feste le possiamo vedere...ma se tu comune mi fai ammalare a causa dell'amianto..come faccio a vederle le feste e le sagre? E se mi ammalo..chi terrò responsabile? Dovrò citare il comune? E sai quanti soldi il comune deve sborsare? Quindi una festa in meno ma tanta salute in più! Questo paese ha bisogno di essere letteralmente ripulito! Troppe schifezze in giro!
 
 
#4 ma va 2012-02-15 09:58
per commento 3: giusto che le scuole siano rimaste chiuse in questo periodo di neve, ma si possono comunque evitare i due giorni di carnevale! E se dopo il 21 incominciasse nuovamente a nevicare? Altri giorni di chiusura!Le ore di lezione per me sono ORO e perderle significa molto! Si potevano anche recuperare a Pasqua..non ha senso una settimana di vacanza! Poi per quanto riguarda l'aggiornamento dei programmi, questo è un discorso a parte, per ora c'è questo e dubito che venga cambiato! La scelta delle ore pomeridiane? Non sono d'accordo, anche perchè ci sono i vari pon, attività sportive in queste ore...alla fine del discorso: potevano aprire le scuole il 20/21 e il pomeriggio si andava vestiti in maschera
 
 
#3 per JRP 2012-02-15 08:09
se i programmi non si portano a compimento non sarà per le 5 giornate che non si recuperano! è una vecchia filastrocca che va avanti da decenni. i programmi scolastici che nella norma andrebbero aggiornati in contenuti e metodo in realtà non vengono rivisti ormai da anni. fanno invece da padroni le case editrici che propongono sempre e solo nuove edizioni che in realtà presentano sempre le stesse nozioni e contenuti. e poi non è certo un problema solo dell'istruzione superiore: programmi e contenuti non si finiscono mai in tempo nemmeno in ambito universitario dove la necessità in termini di concrete basi per il futuro sono sicuramente più pressanti. certo sarebbe auspicabile una soluzione per cui magari si potrebbe pensare ad un'apertura straordinaria pomeridiana per 10 giornate spalmando le ore per non pesare eccessivamente sul carico di lavoro di ragazzi ed insegnanti, ma non ce la si può prendere con "la neve" o con le ordinanze se "i programmi non vengono terminati": se invece le scuole fossero rimaste aperte? cosa avreste detto: "cassano è l'unico Comune in cui il Sindaco incosciente non chiude le scuole e mette a repentaglio la sicurezza"? ma per favore!! quanto siamo bravi a scrivere a vuoto in questo paese....!!
 
 
#2 JRP 2012-02-14 18:51
Già normalmente i programmi non si riescono a portare a termine con le regolari lezioni...!!! Ma com'è possibile...e se per caso per forza maggiore le scuole si dovessero chidere per altri giorni???
 
 
#1 ma va 2012-02-14 17:19
si..bellissimo! così i professori per poter recuperare le lezioni perse...giustamente devono correre con il programma! Chi mi segue è bene...gli altri ..pazienza!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI