Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

"Vittoria": c'è un "cavaliere bianco" per salvarlo

cinema 1

C'è un "cavaliere bianco" per il Cinema "Vittoria" di Cassano (chiuso dallo scorso ottobre): una persona che ha contattato la proprietà per una idea di gestione che trasformi la sala in un cine-teatro e salvi dall'oblio il "Vittoria".

Una delle proprietarie della sala, Giacomina Giustino, ascoltata in Commissione Cultura durante la riunione conclusasi poco fa in Comune, ha detto che ha avuto contatti con una persona interessata alla gestione, rimandendo però nel vago "per riservatezza". La famiglia si incontrerà la settimana prossima con questa persona per fare un sopralluogo e verificare alcuni punti della questione.

"Ho ascoltato le associazioni di Cassano; una associazione ha espresso la volontà, mantenendo il riserbo, di voler pensare alla gestione della sala - ha aggiunto l'assessore alla cultura, Pierpaola Sapienza, presente in Commissione - che però dovrebbe cambiare pelle, in qualche modo diventando un teatro. Ci manca una struttura multifunzionale, a Cassano; dopo averne parlato in maggioranza e con alcuni assessori e ci sembra che il Comune potrebbe sostenere economicamente una rassegna, una iniziativa annuale così come già si faceva in passato".

Chi è il "cavaliere bianco"? Chi è questa Associazione? O questo gruppo di Associazioni?

Non è stato detto, per riservatezza.

Da parte della proprietà c'è massima disponibilità a intervenire sulla struttura, modificandola all'occorrenza "ma occorre - ha detto la signora Giustino - che vi sia un interlocutore credibile e idee realizzabili. In assenza di un progetto ben definito, non ci possono essere interventi nè valutazioni di costi-benefici. Vogliamo conservare la destinazione d'uso del locale che comunque, seppur privato, è aperto al pubblico ed è strategico come contenitore culturale cittadino ma vogliamo certezze nella gestione".

In apertura dei lavori, dopo un minuto di silenzio per ricordare i martiri della Shoa (proposto dall'assessore Sapienza) nella "Giornata della Memoria", è stato approvato all'unanimità un ordine del giorno che mette al bando la pubblicità e la comunicazione che possa offendere la donna da tutto il territorio di Cassano che da tempo (leggi l'articolo); "la donna ma anche l'uomo - ha detto la Presidente Giulia Masiello - perchè la volgarità e la strumentalizzazione coinvolgono tutti gli esseri umani".

L'idea sta viaggiando da tempo in tutta Italia (la risoluzione dell'Unione Europea è del 2008) e sta coinvolgendo enti locali, province e regioni. Quello che occorre, è stato detto in Commissione, è un cambio di cultura, di mentalità e si potrebbe cominciare con azioni mirate nelle scuole.

In Commissione ha fatto il suo ingresso, per la prima volta, Filippo Panzarea che ha sostituito, per la maggioranza PdL,  il dimissionario Michele Tunzi. Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti della stampa ed un paio di cittadini.

 

Commenti  

 
#6 Amante del cinema 2012-01-30 12:53
...scusate, ma quanto chiede la sig.ra Giustino per l'affitto del locale?
Come mai il sig.Piarulli ha lasciato?
Non si poteva trovare un accordo?!
 
 
#5 FALSA POLITICA 2012-01-30 12:12
Pucci, forse e' in corso una sorta di maquillage, di restyling o di lifting da parte delle due, e non solo, per ridarsi un'immagine di purezza che hanno definitivamente perduto, in attesa di trovare, dopo la caduta del sire, una nuova collocazione politica nella quale confluiranno i tanti perbenisti allo sbaraglio.
 
 
#4 Pucci 2012-01-28 09:36
Di straforo, rispetto all'argomento richiamato dal titolo, leggo che nel corso della Commissione Cultura, dopo un minuto di raccoglimento per ricordare i martiri della Shoa, per iniziativa di Sapienza e Masiello, consigliere di maggioranza, sia stato approvato un ordine del giorno che METTE AL BANDO su tutto il territorio casalese la pubblicita' e la comunicazione che offende le donne.
Il tempestivo provvedimento (riferito ad un episodio richiamato da un articolo del lontano 5 agosto 2011???) si concludeva con una precisazione della Masiello che richiamava che il provvedimento andava a tutela anche degli uomini, perche' la volgarita' coinvolge tutti gli esseri umani. SONO FELICE PER LA TEMPESTIVITA', LA SENSIBILITA' e LA SCONGINATA OGGETTIVITÀ!!!

IPOCRISIA ALLO STATO PURO!!!!

Ma care PDLline, quando il povero ammalato (lo ha detto la moglie, madre di 3 suoi figli) Presidente del Consiglio in carica definisce CULONA INCHIAVABILE la Merkel, Cancelliera di una Nazione di 80 milioni di persone, con inevitabili risvolti diplomatici, politici ed economici voi due prostrate dal dolore dove siete andate a rinchiidervi?
Siete sempre iscritte al PDL??
E se i bambini delle elementari a cui avete fatto riferimento vi fanno queste domande, e su altri argomenti (Noemi, Daddario, Minetti, Ruby, Olgettine, ecc. ), cosa risponderete???

Ne ammazza piu' l'ipocrisia che la spada!
 
 
#3 Curioso 2012-01-27 16:05
Ma servirebbero dei lavori di adeguamento per trasformare quella sala in teatro.
Come si fa a fare un teatro senza palco, senza quinte, senza camerini, senza luci, senza attrezzatura per montare le scenografie?
Secondo me, come è ora, il massimo che si potrebbe fare sono concerti per piccole formazioni, conferenze...teatro è davvero difficile! Sarebbe bello pero!
 
 
#2 x pallino 2012-01-27 15:53
...indovina!!!!
 
 
#1 pallino 2012-01-27 15:01
Un teatro da venti posti a sedere?
Ma chi è che si è improvvisato "cavaliere bianco"?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI