Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

PARCO EOLICO A CASSANO: QUALCOSA SI MUOVE

eolica

Torna d'attualità il Parco Eolico da 33 torri che l'Enel Green Power vorrebbe realizzare nel territorio cassanese, sulla piana che degrada verso Bari (leggi l'articolo).

Dopo un anno di silenzio - nel corso del quale Comune, partiti e movimenti civici spontanei hanno detto "no" alla centrale per il devastante impatto visivo che avrebbe sul paesaggio (leggi l'articolo), la vicenda torna di attualità con una lettera che la Provincia di Bari (Servizio Ambiente e Rifiuti) ha inviato alla società romana per chiedere integrazioni alla documentazione presentata all'epoca.

In particolare, la Provincia chiede all'Enel Green Power di produrre:

- la ricevuta in originale del versamento degli oneri istruttori effettuato;

- il modello di autocertificazione dell'importo di progetto;

- copia della Relazione di analisi faunistica e ambientale.

Si tratta di documentazione utile a richiedere la assoggettabilità (o meno) dell'opera alla Valutazione di Impatto Ambientale, dopo i pronunciamenti in merito della Regione Puglia e della Corte Costituzionale.

La pratica va avanti, dunque, pur con i lentissimi tempi burocratici italiani: segno che il fronte del "no" non può nè deve dormire sugli allori. Se l'Enel Green Power - a cui la Provincia ha trasmesso i pareri del Comune, di alcuni consiglieri della Provincia tra cui il cassanese Giuseppe Gentile e quello del Comitato "Murgiaviva" - dovesse rispondere positivamente alla richiesta, significa che gli interessi di impiantare la centrale non sono affatto sopiti.

Commenti  

 
#10 miss x 2011-11-22 07:21
No cittadino europeo sono così tarati che gliela devi fare esplodere sotto il loro sedere.
 
 
#9 CITTADINO EUROPEO 2011-11-19 17:24
fer capire che le fonti alternative è una strada obbligata e senza partigianerie..bisogna far esplodere una centrale nucleare ogni anno????!
 
 
#8 X Danr red hot 2011-11-19 07:41
Ma che ne sai tu se sono stati fatti degli studi ci sarà qualche motivo.....
 
 
#7 DanRed88 2011-11-18 20:14
Nella nostra provincia non c'è nè vento nè abbastanza biomassa per una centrale da 50MW...
 
 
#6 cazzaniga 2011-11-18 19:17
qualcosa si muove...................nelle tasche degli altri................andate a cagare!!!!!!!!!!!
 
 
#5 milli 2011-11-18 18:34
mi domando perchè ostinarsi a sponsorizzare un mega-progetto come quello delle pale eoliche con tutti i suoi svantaggi e non prendere invece in considerazione le mini-pale eoliche che si possono installare facilmente sui tetti come le antenne televisive? il web è pieno di siti che ne parlano!!!! forse perchè è solo dietro le grandi opere che si nascondono i facili guadagni?
 
 
#4 1x2 2011-11-18 15:26
sciatavinnnnnnnnnn
 
 
#3 ENOLA-GAY 2011-11-18 14:40
Ma ci volete dire un modo pulito e giusto qual'è, secondo voi, per produrre energia elettrica?
 
 
#2 beppe 2011-11-18 13:00
Lodi ***MODERATO**** a Cassanoweb che vigilando e rimanendo sulla notizia rendono un utilissimo servizio a tutta la comunità
 
 
#1 Assistenza tecnica 2011-11-18 12:43
Purtroppo per alcuni e per fortuna per altri , data l'importanza economica di questi interventi come anche per le centrali a biomassa che intendono costruire sia in agro di Cassano che in agro di Santeramo è stato fatto a priori uno studio di fattibilità che ,in accordo con le normative vigenti ha avuto esito positivo rivelando la fattibilità delle opere , inoltre i procedimenti autorizzativi sono pubblicati sul BUR delle regioni , il problema è che per quanto clamore possa suscitare la faccenda e per quanto si possano oppore i cittadini o le amministrazioni , non vi è alcun motivo tecnico o normativo valido che possa ostacolare la realizzazione di tali opere
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI