Warning: getimagesize(images/stories/dimedio_sapienza_agosto_2011.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/dimedio_sapienza_agosto_2011.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

CONFERMATI I "NEW TROLLS". E MORENO CHIEDE SCUSA A TUTTI

dimedio_sapienza_agosto_2011

Arrivano, per la prima volta, i "New Trolls" a Cassano, il 6 agosto, all'interno della manifestazione musicale "Juke-box" che a questo punto si farà, dopo le turbolenze dei giorni scorsi che avevano fatto parlare di annullamento il patron della stessa. Moreno De Ros.

Il quale, incassati i soldi del Comune (circa 2mila euro per Juke-box tra palco e Siae mentre la spesa per il gruggo - circa 6 mila euro, se l'accollerà il Comune grazie agli sponsor locali che l'amministrazione ha trovato) chiede scusa a tutti con una lettera.

La conferma alla indiscrezione pubblicata ieri da CassanoWeb (leggi l'articolo e la biografia del gruppo) è arrivata nel corso di una conferenza stampa che il sindaco Di Medio e l'assessore Sapienza hanno tenuto questo pomeriggio. Spiegando che a De Ros era stato garantito il sostegno - come poi avvenuto ma che lo stesso non poteva essere preventivamente quantificato. E comunque c'è sempre stato l'interessamento personale del Sindaco affinchè la manifestazione, pur tra mille difficoltà, si tenesse.

Le polemiche che si sono sviluppate in paese, secondo il primo cittadino, sono state in qualche modo alimentate ad arte per far crescere la pressione ma non avevano alcun fondamento.

Noi, come sempre, ci siamo limitati a registrare quanto avviene: nulla di più. Così come riceviamo e pubblichiamo la lettera, giunta in redazione un'ora fa, di Moreno De Ros.

 

In seguito ad un colloquio avvenuto questa mattina 1 agosto 2011 nel palazzo municipale di Cassano Delle Murge, svoltosi fra me, il sindaco Di medio e gli assessori Sapienza e Giustino ( in rappresentanza dell'intera amministrazione comunale), c'è stato un chiarimento riguandante l'annullamento del JUKE BOX e le mie dichiarazioni pubblicate sui siti web in seguito ad una conferenza stampa.
Ci tengo a precisare che ogni mia dichiarazione non era mirata ad offendere o demonizzare nessuno a livello personale, ma era frutto e conseguenza di quanto accadeva durante l'organizzazione dell'evento.
In questi mesi sono sopraggiunti non pochi problemi che hanno ostacolato la tranquilla e lineare messa in atto dell'opera. Purtroppo, come pochi ben sanno, per prenotare un artista di livello nazionale (come i RCCHI E POVERI) bisogna firmare un contratto mesi addietro per bloccare la data e garantire una somma di acconto per le spese di viaggio e altro. Il contratto è stato da me firmato nel mese di aprile, contando soprattutto sulle promesse di alcuni sponsor amici che mi garantivano un loro aiuto sul pagamento del pacchetto totale per gli ospiti.
Ma col passare dei mesi, mi rendevo conto che le sponsorizzazioni quest'anno erano calate, senza contare quelle che dopo aver stipulato un contratto con me, al momento della riscossione, si sono tirate indietro; così come hanno recesso le loro promesse gli sponsor amici che mi garantivano l'aiuto come gli altri anni.
A questo punto, prima di annullare tutto, ho provato a chiedere all'amministrazione se ci fosse la disponibiltà di salvare in qualche modo la serata, perchè ci tenevo a far tornare a Cassano i RICCHI E POVERI. Da parte dell'amministrazione c'è stata piena disponibiltà nel darmi una mano e, il sindaco stesso, si è prodigata nel cercare altre vie risolutive.
D'altra parte però il tempo stringeva e il manager che avrebbe portato i RICCHI E POVERI pretendeva come d'accordo il suo acconto. Purtroppo a causa di ciò, lo spettacolo rischiava di saltare dopo 6 anni, perchè da una parte c'era l'amministrazione che cercava di aiutarmi a trovare altri fondi (ma in tempi brevi era difficile), dall'altra c'era il manager che non accettava di aspettare neanche un giorno in più e quindi quella sera ci avrebbe dato buca, lasciandoci senza ospite per il JUKE BOX. A questo punto per me il rischio era diventato troppo grande : avrei fatto brutta figura con gli sponsor, con il paese, con i cantanti e con l'amministrazione in più, se fosse saltato tutto, ci avrei rimesso tutto il tempo e il denaro investiti.
Per questo motivo chiedevo al sindaco se poteva velocizzare la questione degli aiuti; lei d'altro canto ha fatto in modo che questo fosse possibile, per mettere a tacere la continue pressioni del manager per il pagamento dell'acconto.
Ma, suo malgrado, ciò non è accaduto nei termini pretesi ed io mi sono sentito dire dal manager che non si sarebbe presentato con gli ospiti.
Questa per me è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, perchè ho interpretato il mancato aiuto momentaneo dal Comune, come l'ennesimo abbandono ed ho capito che non avrei più potuto salvare nulla, Sbagliando !
La cosa che più di tutto mi dispiace è di aver usato termini pesanti, in un momento di sconforto, rabbia e delusione, senza pensare che avrei potuto prima tentare un'altra via.
Spero che il sindaco e l'amministrazione abbiamo capito che la mia reazione è stata dettata da un risentimento generale per tutto ciò che ho attraversato in questi mesi, potendo contare su pochi veri amici. E di certo non volevo danneggiare nè persone fisiche nè amministrazioni.
Forse tutta questa vicenda mi servirà in futuro ad affrontare le problematiche che si presentano con più serenità evitando condizionamenti esterni.
In ultimo mi rivolgo al mio paese e a tutta l'amministrazione :
L'unica cosa che in questi anni mi ha spinto ad impegnarmi nella realizzazione del JUKE BOX è stata la mia passione per l'arte e la musica e la voglia di regalare serate piene di emozioni al mio paese, non a caso la scelta di quest'anno di invitare i RICCHI E POVERI che è stata fatta per regalare a tutti anche tanti ricordi.

MORENO DE ROS