Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/polisp.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/polisp.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

BANDO DI GARA PER IL POLISPORTIVO

polisp

La tanto discussa e sofferta questione del “campo in via Grumo”, come tutti i cittadini cassanesi sono soliti definirlo da sempre, pare sia stata finalmente affrontata dall’amministrazione in un incontro da cui è emersa la decisione da parte del Comune di pubblicare un bando di gara che prevede la ristrutturazione e riqualificazione del centro polisportivo, da realizzare attraverso l’intervento di un privato, il quale, a fronte dell’investimento effettuato, potrà gestirlo per un periodo di trent’anni e oltre.

Il progetto, che sarà messo in atto con il project financing, ovvero una tecnica di finanziamento che consente la realizzazione di opere pubbliche mediante l’utilizzo di capitali privati, include attività suddivise in opere di restyling di strutture preesistenti e opere di realizzazione ex novo.

 

Per esempio, tra le prime si conterebbero la ristrutturazione dei due campi da tennis, della palestra coperta“Angelillo” al fine di rendere la stessa idonea per lo svolgimento di attività di calcio a 5 , o tiro con l’arco ,karate ,tennis e degli spogliatoi, compresi gli impianti di riscaldamento, oltre a lavori destinati alla seconda palestra coperta idonea allo svolgimento di attività di pallavolo, pallacanestro, pattinaggio con levigatura del parquet e la messa in loco di una tribunetta per il pubblico, senza tralasciare la cura dell’ area verde e dell’ingresso, compreso il parcheggio.

 

Tra le seconde, invece, sono previste: la realizzazione del manto di gioco dell’esistente campo di calcio a 11 e di quello a 5 in erba sintetica di ultima generazione oltre che di un nuovo campo di calcio a 7 con i medesimi requisiti, di una tribunetta coperta (ca. 100 posti ampliabile) a servizio del campo di calcio a 11 e di una pista di atletica leggera (400 m) a sei corsie; prevista anche l’attuazione di una piscina coperta semi olimpionica (vasca da 25 m) e dei relativi spogliatoi e servizi e di una pista di pattinaggio a rotelle, oltre che una struttura da adibire a teatro/cinema con capacità di circa 300 posti idonea anche allo svolgimento di attività congressuale e didattica e un ulteriore spazio pensato per collocarvi un ristorante/pizzeria con capacità di circa 50 posti. Tra le altre opere sono state citate anche il potenziamento dell’impianto di illuminazione esistente e la collocazione di pannelli fotovoltaici.

 

A questo punto è lecito chiedere: quanto ammonterà la spesa?

Ebbene, l'importo complessivo dell'intervento per attuare tale “rivoluzione”,come risulta dallo studio di fattibilità, è stato stimato pari a 3.000.000,00 (IVA inclusa), divisi in €2.300.000,00 destinati ai lavori, €40.000,00 per oneri di sicurezza e €660.000,00 per somme a disposizione dell'amministrazione.

Il Comune di Cassano però ha risposto con la corresponsione al concessionario aggiudicatario di un canone annuo in conto gestione nella misura massima di €150.000, al fine di garantire l’equilibrio economico finanziario dell’opera e soprattutto perché, come ha affermato il sindaco Di Medio: “non avevamo altra scelta per rilanciare un’opera che riteniamo fondamentale, per dare ai nostri cittadini la possibilità di praticare tanti tipi di sport. Attualmente il centro funziona offrendo pochi servizi e tanti giovani sono costretti a recarsi nei paesi limitrofi per praticare sport molto diffusi come il nuoto. Dai privati”,- continua ancora il primo cittadino – “ci aspettiamo anche un contributo di idee sperando che, oltre a proporre di realizzare palestre, piscina, campi di calcio, qualcuno pensi a ergere anche un piccolo teatro, in modo da coniugare sport e cultura”.


Commenti  

 
#5 Cittadino 2012-09-14 03:55
Il progetto e' buono, ma chi e' quel privato che rischia tale investimento ??
A mio parere il comune potrebbe fare il tutto da solo avendo una gestione comunale e offrendo nuovi posti di lavoro. Un 'altra alternativa sarrebbe quella di realizzre il tutto e darla in gestione a piccole societa' o associazioni ,naturalmente a capo di tutto il comune dovrebbe inserire un manager per la gestione.Penso che questo farebbe si che anche i giovani possano intraprendere una nuova esperienza lavorativa,ma come sappiamo per il nostro comune e' piu' semplice abbandonare la struttura o pagare perche' altri la curino....vedi camping e altro....
 
 
#4 Savonarola1 2011-07-20 13:47
L' osservazione di "ormai" è molto.....acuta.....Fa capire molto!
 
 
#3 ormai.... 2011-07-18 23:27
si potrebbe fare come nei santuari.....strutture votive.
 
 
#2 Ignoro 2011-07-18 23:00
É chiaro che ce qualcosa che torna ki la prenderà in gestione guadagnerà
 
 
#1 cassanese di adozion 2011-07-18 16:59
NON CAPISCO A CHI CONVENGA. C'E' QUALCOSA CHE NON TORNA.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI