Venerdì 23 Ottobre 2020
   
Text Size

STEMMA REGIONE, APPROVATA LA MODIFICA

stemma_regione_puglia

La settima commissione consiliare della Regione Puglia ha approvato all’unanimità la proposta di legge presentata dal consigliere regionale Pdl Giovanni Alfarano che modifica lo stemma, il gonfalone ed il sigillo della Regione Puglia con l’aggiunta di un anello ai cinque già presenti sullo stemma, rappresentanti le cinque Province pugliesi.
Con l’istituzione della sesta Provincia pugliese, Barletta-Andria-Trani, si è quindi resa necessaria questa modifica. Per l’acquisizione da parte della Regione di nuovi stemmi, gonfaloni e sigilli è stato previsto un impegno di spesa di 30.000 euro.
Soddisfazione è stata espressa dal consigliere regionale proponente, Giovanni Alfarano: "La modifica dello stemma, del gonfalone e del sigillo - spiega Alfarano - si aggiunge alla modifica dell'articolo 7 dello Statuto regionale. Provvedimenti che sanciscono il definitivo riconoscimento della Provincia di Barletta-Andria-Trani da parte della Regione Puglia".

Commenti  

 
#4 azzurraceleste 2011-05-06 21:37
ma silvio diceva che doveva eliminarle...

men silvio dat na moss...
cosi facciamo risparmiare 1/4 del pil alla povera italy
 
 
#3 Uno senza stemmi 2011-05-05 23:16
...beh dai hanno speso "solo" 30.000 euro per questa giusta causa!
 
 
#2 celesteazzurra 2011-05-05 19:41
Ma le province don dovevano eliminarle???
 
 
#1 E.Mantegazziani 2011-05-05 18:25
Esprimo anch'io la mia soddisfazione, cacchio! Era ora!
Andiamo avanti: che altro c'è all'ordine del giorno? La normativa sullo spessore delle brasciole?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.