PD SULL’EOLICO: MINIMIZZARE L'IMPATTO

logopd

Dal Partito Democratico di Cassano, riceviamo e pubblichiamo.

 

Preso atto di quanto avvenuto in questi giorni e del dibattito in corso relativo all’istituendo “Parco eolico” proposto da Enel Green Power s.p.a., che prevede l’insediamento di 33 “pale” di grande eolico sul nostro territorio, il Partito Democratico, pur ribadendo la propria propensione per le energie rinnovabili in  genere, osserva con grande attenzione il progetto di Enel Green Power s.p.a., un progetto che rischia di essere profondamente impattante sul nostro assetto paesaggistico.

Il Partito Democratico locale, conscio

• che la natura ed il turismo possono essere le nostre maggiori risorse per l’immediato futuro;

• che un paesaggio deturpato potrebbe certamente essere meno appetibile per i turisti;

• che l’amministrazione locale può produrre osservazioni, ma non ha poteri per vietare l’insediamento, visto che le autorizzazioni sono competenza di organi superiori;

• che, a quanto è dato sapere, in agro di Grumo Appula e Sannicandro di Bari, al confine con il territorio di Cassano, comunque saranno impiantate pale eoliche;

• che promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili comporta anche la necessità di insediare gli impianti;

• che l’insediamento degli impianti comunque produce un minimo ristoro per le casse comunali (e in tempi di federalismo e di bilanci asfittici non è cosa di poco conto);

invita l’amministrazione comunale:

• a verificare che tutto l’iter procedurale sin qui seguito sia conforme alle normative e che non vi siano “dimenticanze” o, peggio, omissioni da parte di chicchessia;

• a produrre osservazioni che consentano di ridurre al minimo l’impatto ambientale, tentando di ridurre, ove possibile, il numero di aerogeneratori da insediare, e di non farli collocare a macchia di leopardo sul territorio;

• ad attivarsi presso Provincia e Regione per far valere le proprie ragioni, acché simili decisioni non cadano improvvise e non condivise sulla testa dei cittadini;

• a concordare con i comuni limitrofi interessati dalla stessa problematica un utilizzo razionale del territorio per evitarne lo sfruttamento selvaggio.

 

In attesa degli sviluppi, il PD locale resterà comunque vigile a tutela del rispetto dell’ambiente e dei diritti dell’intera collettività, contrapponendosi a qualunque forma di interesse privato che possa ledere gli interessi collettivi.