Martedì 27 Ottobre 2020
   
Text Size

“IL PELLICANO” E LO STRANO CASO DELL’ADDETTO STAMPA DEL COMUNE

comune_1.jpg

La rete di Luigi Maiulli, patron di Telemajg di Acquaviva si estende anche a Cassano delle Murge.
Maiulli, infatti, è il Direttore Responsabile del periodico dell’Amministrazione Comunale “Il Pellicano”, ruolo – invece – che per contratto spetterebbe all’Addetto Stampa del Comune, Ruggero Cristallo.
In molti non sanno neppure che esista, l’Addetto Stampa a Palazzo di città, scelto personalmente dal sindaco uscente Giuseppe Gentile dopo aver visionato i curriculum di numerosi giornalisti che avevano risposto all’Avviso Pubblico emesso dal Comune nell’agosto 2007.
Eppure costa alle casse comunali circa 1.200,00 euro al mese.

Cristallo, 35 anni, barlettano di nascita ma barese di adozione, è un giornalista di punta del quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno”; ha stipulato con il Comune di Cassano un contratto di collaborazione che gli permette di ricevere un compenso annuo di 6.500 euro netti per l’incarico; 367,00 euro per ogni numero del periodico “Il Pellicano” che ha il compito di dirigere e realizzare; circa 3.300 euro l’anno per le spese di viaggio (da Bari a Cassano) e in più gli versa ritenute, tasse, ecc.
Il suo incarico scade a giugno, con la fine del mandato di Gentile.

Perché, dunque, Maiulli “firma” il giornale dell’Amministrazione al posto di Cristallo? E questi, può svolgere il ruolo di Addetto Stampa nonostante ci sia una legge, la n.150 del 7 giugno 2000 dal titolo “Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni” che all’art.9 recita “I coordinatori e i componenti dell'ufficio stampa non possono esercitare, per tutta la durata dei relativi incarichi, attività professionali nei settori radiotelevisivo, del giornalismo, della stampa e delle relazioni pubbliche”?

Domande che hanno spinto a redigere una Interrogazione urgente al sindaco Gentile mai presentata a causa della fine della consiliatura.

Tra l’altro, nella interrogazione si chiedeva al sindaco “il motivo per cui nell’”Avviso pubblico per il conferimento di incarico di collaborazione professionale per Addetto all’Ufficio Stampa” emesso dal Comune di Cassano si legge, appunto, di “compito di Addetto all’Ufficio Stampa” mentre nel “Contratto” si parla di “supporto all’informazione istituzionale dell’ente” senza che mai venga menzionato quanto l’Avviso indicava ovvero Addetto all’Ufficio Stampa con una evidente incongruenza sia formale che sostanziale atteso che “Ufficio Stampa” e “Supporto all’Informazione” sono compiti assai diversi e comunque differenti”; chiedendo, poi, “se Ruggero Cristallo svolge attività professionale nel settore radiotelevisivo, del giornalismo, della stampa o delle relazione pubbliche ovvero se si trovi nelle condizioni di incompatibilità di cui all’art.9, comma 4 della legge 150/2000 ovvero se il Cristallo de “La Gazzetta del Mezzogiorno” sia un omonimo dell’Addetto Stampa del Comune di Cassano delle Murge o sia proprio lui e come si giustifica – nel caso di incompatibilità di cui sopra – la collaborazione del giornalista Cristallo con il Comune di Cassano ovvero se la Legge 150/2000 sia stata sostanzialmente elusa o meno”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.