Martedì 27 Ottobre 2020
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/pepe.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/pepe.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

PEPE: “IO, PRESIDENTE DI TUTTO IL CONSIGLIO REGIONALE, NON HO MAI VOTATO ALCUN PROVVEDIMENTO”

pepe.jpg

E’ stata una lezione di grande equilibrio politico, l’incontro dell’altra sera con Pietro Pepe, Presidente del Consiglio Regionale della Puglia nell’ambito degli incontri socio-politici organizzati dall’Associazione “Il Faro”.

 

Equilibrio che significa dare il giusto valore alle cose e alle persone, rispetto delle idee dell’altro, posizioni politiche forti che possono confrontarsi con altrettanti pensieri forti, conoscenza profonda del proprio ruolo, con tutti i limiti possibili.

 

Il Presidente Pepe è stato introdotto dal Presidente de “Il Faro”, Pasquale Di Canosa che prima dell’inizio dell’incontro ha avuto una bella idea, concretizzatasi grazie alla generosità della casa editrice Palomar: ai più giovani fra i presenti è stata regalata una copia della Costituzione Italiana introdotta da una breve riflessione dello stesso Pepe, realizzata in occasione del sessantesimo anniversario della Carta Costituzionale.

 

“Questa iniziativa – ha spiegato Di Canosa – vuole essere un invito a riscoprire i valori della Costituzione che,  soprattutto da i più giovani, vanno conosciuti e studiati, per essere poi vissuti nella realtà sociale e politica della nostra vita”. Sono state decine le copie distribuite e per chi volesse riceverne ancora basta rivolgersi, anche nei prossimi incontri, direttamente al Presidente Di Canosa.

 

E’ stata, quindi, la volta del consigliere regionale Ignazio Zullo a prendere la parola, introducendo Pepe con una confessione: “Quando, alla prima seduta del Consiglio Regionale si doveva eleggere il Presidente e Pepe era il candidato della maggioranza, ebbene confesso di non averlo votato; come centrodestra ci siamo astenuti e anche io ho dovuto obbedire all’ordine di scuderia della mia parte politica anche se a malincuore; in coscienza sapevo che Pepe sarebbe stato un ottimo Presidente e non mi sbagliavo perché egli è davvero il Presidente di tutti i consiglieri, anche di quelli che non l’hanno votato e non fa mai mancare la sua parola autorevole e saggia, senza inutili autoritarismi ma rispettando i ruoli e le funzioni”.

 

Ecco perché – ha aggiunto Zullo – mi trovo bene in Consiglio Regionale con questo Presidente e ci vado volentieri mentre altri Presidenti di altri Consigli dicono di essere “super partes” quando in realtà calpestano continuamente i diritti delle minoranze, scambiando l’autorevolezza con l’autoritarismo”.

 

Manco a farlo apposta, è stato proprio Pepe a confermare questa “superiorità” del suo ruolo rispetto a quello dei Consiglieri regionale confermando che “da quando sono stato eletto Presidente, non ho mai, mai votato neppure un provvedimento in Consiglio, provenisse da destra o da sinistra. Ho la mia cultura, la mia storia che non rinnego ma il ruolo istituzionale che ricopro mi obbliga moralmente ad essere davvero al di sopra delle parti”.

 

Pepe - nato ad Altamura nel 1941, figura storica della Democrazia cristiana pugliese prima, del Partito popolare e della Margherita dopo; in Regione dal 1996 dopo essere stato consigliere comunale ad Altamura e alla Provincia di Bari -  ha parlato dell’impatto della riforma costituzionale relativa al Titolo V° per quel che riguarda le Regioni, prima facendo una rapida carrellata storica su come si sia giunti alle Autonomie Locali e alla loro determinazione quindi soffermandosi sul federalismo, uno degli effetti più vivi e immediati della riforma. “Nessuno forza politica è contraria al federalismo – ha spiegato Pepe – e ciò darà maggiore consapevolezza agli amministratori ed ai politici perché è chiaro che adesso la piramide che vedeva al di sopra di tutto lo Stato e poi a scendere gli enti, i cittadini e altre componenti della società, oggi si è rovesciata e ciò che determina e decide sono le autonomie locali”.

 

Ma come attuare questa federalismo e quali rischi e opportunità incombono sull’Italia? “L’operazione – ha detto il Presidente del Consiglio regionale – è di quelle da far tremare le vene ai polsi poiché si deciderà in questi anni il futuro delle nuove generazioni, tenendo presente che si parte da una situazione di deficit strutturale fra Nord e Sud del paese che è sotto gli occhi di tutti e di cui anche la classe politica meridionale deve fare un grave “mea culpa”. Ecco perché ho fatto mio e intendo coinvolgere su questo tutto il Consiglio della Regione, tutti i consiglieri, un progetto finanziato da un importante istituto di credito che ha riunito le “teste pensanti” delle migliori università italiane, del Nord e del Sud, affinché verifichino i costi del federalismo, soprattutto in riferimento ai costi standard dei servizi che sono la base sulla quale si confronteranno i principi di sussidiarietà e solidarietà fra Regioni e territori”.

 

In questo quadro di riferimento si inserisce una riflessione che sta emergendo da tutti gli incontri finora svoltisi – prima Petruzzellis poi la Barbanente e oggi Pepe – ovvero che occorre elevare la qualità dei rappresentanti politico-istituzionali: elettori più preparati, più attenti, meno “sudditi” potranno e sapranno scegliere politici e amministratori meno attenti alla gestione del potere personale quanto pronti a “servire” i propri cittadini ed i propri territori.

 

Gli incontri de “Il Faro” proseguono domani con Ignazio Zullo che intervisterà Elena Gentile, Assessore alle Politiche Sociali della Regione Puglia.

 

L’appuntamento è alle 18.00 presso il Liceo Scientifico di Cassano.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.