Martedì 27 Ottobre 2020
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/angela_barbanente.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/angela_barbanente.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/f21df0c6-708d-422f-b875-ddbb9e3a2f0d.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/f21df0c6-708d-422f-b875-ddbb9e3a2f0d.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

“L’ENTE PARCO ALTA MURGIA? UNA GRANDE DELUSIONE”. A CASSANOWEB L’ASSESSORE BARBANENTE

angela_barbanente.jpg

L’Ente Parco dell’Alta Murgia? “Una grande delusione”. Non usa mezzi termini l’Assessore all’Urbanistica della Regione Puglia, Angela Barbanente che a margine dell’incontro sulle scelte regionali in materia di ambiente e pianificazione del territorio organizzato a Cassano dall’Associazione culturale “Il Faro”, ha risposto ad alcune domande poste da CassanoWeb a proposito del Parco, senza lasciarsi pregare più di tanto nel criticare l’Ente di gestione.

 

Un giudizio da tecnico e non solo da politico, visto che negli anni scorsi la Barbanente -  in qualità di Docente di Tecnica Urbanistica e Pianificazione Territoriale presso il Politecnico di Bari, II Facoltà di Ingegneria di Taranto e grazie alla sua attività scientifica che si è dispiegata dalle iniziali ricerche sulla pianificazione del recupero urbano, alle ricerche sui sistemi informativi territoriali e sistemi esperti, a quelle sulla valutazione nella pianificazione, alle più recenti su temi legati ai metodi di supporto alla decisione per la pianificazione territoriale orientata in senso ambientale - è stata una delle teorizzatrici del Parco dell’Alta Murgia nonché, grazie al suo lavoro col Politecnico, delle consulenti più apprezzate sul tema da parte degli enti che fanno parte del Parco e dei CAM (Comitati per l’Alta Murgia) del territorio.

 

 

f21df0c6-708d-422f-b875-ddbb9e3a2f0d.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qual è il suo giudizio sull’Ente Parco dell’Alta Murgia?

Credo non ci possa essere una buona politica senza entrare nel merito delle questioni. Dunque il mio giudizio sull’Ente Parco è in gran parte di delusione; c’erano tante speranze nella elaborazione del Parco e nella grande attività di supporto che era stata creata ma purtroppo ancora oggi questa grande opportunità per la Murgia viene vista dai cittadini o da molti di essi come una serie di vincoli, di legacci.

 

Quali sono i motivi?

Essenzialmente sono legati alla mancanza di un Piano del Parco. Fino a che il Piano non ci sarà vigono sul territorio le norme di salvaguardia che per forza di cose sono norme rigide, proprio in attesa del Piano; quanto prima quest’ultimo sarà attuato in tutte le sue potenzialità, tanto più velocemente si potrà promuovere una tutela attiva del territorio. Senza un buon Piano, chi si accorge che qui, a Cassano, siamo nel Parco? E qual è il valore aggiunto di questa appartenenza? Le norme di salvaguardia non possono certamente fornirci sviluppo e partecipazione che sono appunto prerogative del Piano.

 

Che cosa si può fare per accelerare la redazione del Piano?

Si può sollecitare l’ente, sia come semplici cittadini che come associazioni nonché attraverso i Comuni che fanno parte del Parco. La Regione ha di recente stipulato un Protocollo d’Intesa con l’Ente Parco perché all’interno del Piano vi sia concordanza anche con il Piano Paesaggistico Regionale e per questo vi sono anche risorse economiche che potranno essere adeguatamente utilizzate.

 

Potrà essere un Piano condiviso?

Dovrà esserlo. Se non sarà un Piano condiviso con la popolazione, con gli enti, le associazioni, gli agricoltori e tutti coloro che vivono sul territorio, non servirà a nulla.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.