Lunedì 26 Ottobre 2020
   
Text Size

TRIBUTARIA: LA CORTE DEI CONTI CONDANNA L' EX GIUNTA

corte_dei_conti_della_puglia

Tutti condannati a risarcire il Comune di Cassano, gli ex amministratori Pino Leporale (sindaco all’epoca dei fatti) e gli ex assessori Dina D’Ambrosio, Luciano Amedeo Giuliani, Pinuccio Giustino, Tony Petruzzellis e Franco Montedoro.

I sei, ha sentenziato la Corte dei Conti – sezione della Puglia, dovranno versare alle casse del Comune la somma di 196.874,00 euro oltre rivalutazione monetaria, interessi e spese di giudizio.

La vicenda si riferisce alla società “Tributaria Intercomunale spa” di cui il Comune era socio.

Ricapitolata la storia processuale della società cassanese - sotto il profilo penale l’illiceità veniva acclarata dalla Corte di Cassazione con sentenza n.1498/2005 che condannava alla pena di anni uno (Leporale) e mesi otto (tutti gli altri) di reclusione, oltre alla interdizione dai pubblici uffici per un anno ed, in solido, al risarcimento, in favore del comune di Cassano delle Murge, dei danni, da liquidarsi in separata sede – il Pubblico Ministero della Corte dei Conti spiega il perché si venne a creare quella situazione contabile, incresciosa per le casse comunali.

Scrivono i giudici nella sentenza: “A causa della inadeguatezza, per scarsa professionalità ed esperienza nonché per carenza organizzativa della società “Il Pellicano s.r.l.”, socio di maggioranza (70%)  nonché alla inutile ed illegittima costituzione della società mista il Comune ha sopportato un costo complessivo di Euro 248.503,60, dato dalla sommatorie di tre distinte poste di danno.

In primo luogo, la somma di £.190.600.00 (pari ad €.98.437,00) , di cui: £.600.000 per spese di pubblicazione del bando di gara sul B.U.R.; £.90.000.000 per versamento decimi del capitale societario; £.60.000.000 per versamento ulteriori decimi a seguito di elevazione del capitale sociale; £.20.000.000 per primo acconto sulla fattura n.1 del 7.07.99; £. 20.000.000 per secondo acconto sulla fattura n.1/99”.

“Ulteriore posta di danno – dice il PM - a carico delle finanze del comune di Cassano riguarda le spese giudiziali determinate in Euro 51.629,16, che l’ente comunale ha sopportato in relazione ai numerosi contenziosi promossi dai contribuenti e che lo hanno visto soccombente, ad avviso del  medesimo PM, nell’82,06% dei casi, per errori e vizi negli atti di accertamento, negli avvisi di liquidazione e persino nelle notifiche. Infine, il PM ha determinato il danno all’immagine, in via equitativa, per una somma pari  ad euro 98.437,00”.

Secondo i giudici, al di là di una serie di norme violate dall’allora Giunta Comunale, è stabilita la volontà di agevolare in ogni modo il socio privato concedendogli un aggio del 28,5% (“di particolare esosità” visto che al massimo questo aggio può essere del 6,72%).

Sicché appare incontrovertibile – dice la Corte dei Conti - che l’aver fissato la base d’asta di aggio al 30% e l’aver aggiudicato la gara ad una società che offriva un aggio del 28,5%  sulle somme accertate, avesse unicamente lo scopo di arrecare un ingiusto vantaggio patrimoniale alla società “Il Pellicano s.r.l.” e quindi al socio privato di maggioranza, con conseguente danno per l’Ente pubblico. Tanto, trova ulteriore conferma, da un lato, nella circostanza per la quale, il comune aveva già in precedenza aggiudicato il servizio di rilevazione, verifica e controllo dei tributi comunali relativi ai R.S.U. (per gli anni 1993-1994), all’ICIAP (per gli anni 1990-1994) e all’ICI (per gli anni 1994 e 1995), proprio alla società “Il Pellicano s.r.l.” con il riconoscimento di un aggio molto più ridotto e ragionevole della misura del 7,50%; dall’altro, nello stesso bando di gara nel quale risultano inseriti dei requisiti, obiettivamente inconsueti ed estremamente specifici e selettivi, che si addicevano perfettamente ed esclusivamente alla ditta “Il Pellicano s.r.l.” ed alla sua compagine sociale”.

Fra l’altro, annota la sentenza, i rapporti fra la Giunta e “Il Pellicano s.r.l.” determinarono nella cittadinanza cassanese una sfiducia nell’istituzione comunale tale da far capire che a Palazzo di Città si facessero favori per pochi. Scrivono i giudici: “oltre, alle illegittimità sopra rilevate, rappresentanti il presupposto storico e giuridico delle condotte illecite contestate al Sindaco ed ai componenti della Giunta, i giudici penali hanno anche acclarato l’esistenza, all’epoca della costituzione della società mista, di un fitto intreccio di rapporti di coniugio, affinità e parentela, fra coloro che rivestivano cariche nell’ambito della società “Il Pellicano s.r.l.” ed alcuni dei pubblici amministratori in carica.

Non minore influenza negativa ha esercitato la sfiducia indotta nell’opinione pubblica cassanese dalla visione dell’azione amministrativa come volta a soddisfare esclusivamente interessi privati degli amministratori, che riverbera i suoi effetti nel tempo, sì da far pregiudizialmente dubitare che ogni iniziativa istituzionale comunale possa essere a ciò sottesa”.

In relazione al danno d’immagine che avrebbe subito il Comune di Cassano, i giudici fanno poi esplicito riferimento “alla prova   della diffusione mediatica dei fatti di causa sulla stampa a carattere nazionale (v. Corriere della Sera e L’Espresso)” ossia grazie agli articoli del giornalista Gian Antonio Stella.

 

 

 

Commenti  

 
#20 Wendy 2010-10-18 15:40
caro Balotelli (visto che sei fans di uno che butta la maglietta della propria squadra a terra pertanto tutto dire sul fans) se prendere una posizione significa urlare o schiamazzare e dire tante bugie è meglio che Arganese rimanga in silenzio. Oppure Balotelli se ci tieni tanto fagli una telefonata certamente ti chiarirà VERAMENTE la questione
 
 
#19 nicola da bari da 15 di cassano 2010-10-18 15:11
x Balotelli ma tu sei di cassano ?? non ho votato ARGANESE ma vedo che le sue posizioni li prende nei consigli comunali la giusta sede e non nei talk show di piazza o mediatici. Vieni a sentirlo opppure se vieni cerca di mettere in funzione il cervelletto. Io lo apprezzo per questo. Mi ricordo che in una seduta pubblica (che rimangono negli atti ufficiali) invitò il sindaco a fare un bonifico per togliere il conflitto di interessi....noi possiamo fare polemiche e dicerie .....
 
 
#18 Vit 2010-10-18 12:00
X Balotelli
sicuramente Arganese è una persona seria, l'ho dimostra tutti i giorni nella sua professione e non solo.......il resto sono chiacchiere. ARGANESE SINDACO di CASSANO.
 
 
#17 balotelli 2010-10-18 01:51
Scusate, per tutti i sostenitori di Arganese, ma che fine ha fatto ???????
Possibile che oltre a non prendere una posizione in tutto quello che sta succedendo a Cassano, non sento neanche un commento o un giudizio da parte sua??????? Mah.......... sono un pò perplesso!!!
 
 
#16 angel 2010-10-17 15:04
chi di più, chi di meno, pensa sempre ai propri interessi, alle proprie tasche o a sistemare qualche familiare.... quindi è inutile chiedere le dimissioni della Di Medio, xkè tanto chi gli succederà non sarà da meno, anche se al solito in campagna elettorale propagheranno tanti cambiamenti....
 
 
#15 bobby 2010-10-16 02:04
davvero promettevano i posti di lavoro?

mamma mia...e a me 1?sono laureato e disoccupato..pensavo di vincere il concorso alla regione...ma erano gia' dati...quindi QUI A CASSANO FUNZIONA COSI' VOTI UNO E TI FA' USCIRE IL POSTO DI LAVORO?
MA DAVVERO O POI NON TE LO DANNO?

LA REDAZIONE LO PUBBLICA?
 
 
#14 New 2010-10-15 20:52
Si ma il problema che i due (Arganese - Gentile) non si vogliono.
Per questo motivo voterò solo ARGANESE.
 
 
#13 me 2010-10-15 20:28
per nicola da bari , ma tu pensi che la gente non si farà infinocchiare nuovamente?
ti assicuro che questi ce li porteremo dietro per molti anni,purtroppo,così come è successo all'epoca dei fatti con la giunta leporale.
questo è un paese di creduloni!questi hanno vinto le elezioni promettendo posti di lavoro! si col "bip" che li hanno dati !!!!

la cosa che mi rincuora però e che chi non li ha votati come me è tranquillo ,ma chi li ha votati spero che a furia di mordersi le mani sia rimasto con i soli monconi!!!!!;-);-);-);-);-);-)
n.b. per la redazione , tanto so che non lo pubblicherete!!!!
 
 
#12 Dora 2010-10-15 18:37
confermo ARGANESE sindaco.
 
 
#11 nicola da bari 2010-10-15 18:31
x Mara hai perfettamente ragione mi sentire ben rappresentato da Arganese e Gentile. Almeno abbiamo gente seria che non staziona davanti ai bar ad amministrarci. La prossima volta le gente non si farà infinocchiare.
 
 
#10 wester 2010-10-15 17:35
vabbe' ma lasciamo stare le auto varie...
sulla condanna siamo tutti d'accordo?
mi auguro di si, o no??
c e' qualcuno che non condivide questa condanna??
 
 
#9 x 2010-10-15 16:04
soldi e coscienza non si sà chi ne ha!;-);-);-);-);-);-);-);-);-);-);-)
di certo non lo vengono a dire a voi!
 
 
#8 nicola da bari 2010-10-15 15:54
infatti i macchinoni non li ha Giuliani o Leporale.
Oltre il comune chi era il socio di maggioranza della società Intertributaria ????????
 
 
#7 nikk 2010-10-15 14:14
1x2 la tua risposta è la dimostrazione che quando si parla di tributaria la maggiorparte dei cassanesi non conosce i fatti.
chi gira con i macchinoni non è fra gli amministratori e si gode la vita alla faccia nostra e pure degli amministratori.
informati e poi scrivi!
 
 
#6 paesano 2010-10-15 14:06
Ogni tanto regna la giustizia!!!
Aspettiamo fiduciosi le dimissioni di questa giunta.
 
 
#5 1x2 2010-10-15 13:52
scusami nikk ma che macchinoni.....per farti alcuni esempi Leporale va in giro con una punto mezza scassata e Giuliani con una nuova Panda...daiiiii vogliamo criticare ok...ma non spariamo c.zz..e8)
 
 
#4 esattore 2010-10-15 13:35
Antelmi batti cassa!!! ;-)
 
 
#3 Mara 2010-10-15 13:21
Dottoressa Di Medio faccia un assegno domani mattina e finisce tutto !!!
ARGANESE E GENTILE amministratori di questa società e Cassano rivivrà. Questa la mia analisi finale da cittadina di questo bellissimo nostro paese
 
 
#2 nikk 2010-10-15 13:17
1x2 guarda che finchè non pagano i cassanesi non saranno risarciti avremo di che lamentarci eccome perchè chi si è arricchito gira con i macchinoni!!!
 
 
#1 1x2 2010-10-15 13:04
basta che ora nn sentiamo più borbottare tutta quella gente che andava dicendo che la D.ssa Di Medio si candidava per non far pagare tutto ciò a suo marito e company!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.