RIFIUTI, TORNIAMO AD ESSERE UN PAESE NORMALE

rifiuti

Almeno per il mese di agosto, Cassano tornerà ad essere un paese “normale” per quel che riguarda la raccolta dei rifiuti.

Dopo le innumerevoli proteste dei cittadini, dei gruppi di opposizione in Consiglio Comunale, le interpellanze da parte dei consiglieri di minoranza e perfino una lettera del Servizio Igiene dell’ASL Bari con la quale si rilevava “l’urgenza di allontanamento quotidiano dei rifiuti” nel territorio urbano, il Sindaco Maria Pia Di Medio ha disposto una ordinanza con la quale si ribadiscono alcune regole fondamentali del vivere civile (rispettare gli orari di conferimento, ovvero mai prima delle 18.00; non scaricare nelle campagne e in periferia, ecc.).

Nel contempo, però, il Comune ha anche disposto che per il mese di agosto la raccolta dei rifiuti venga effettuata ogni giorno, festivi compresi.

Il contratto attuale, infatti, prevede che anche nel periodo estivo (quando la popolazione cassanese aumenta fino a circa 30mila abitanti) la raccolta dei rifiuti venga effettuata per quattro giorni alla settimana nel perimetro urbano e ogni tre nel territorio extraurbano. Con i disagi e la sporcizia che sono sotto gli occhi di tutti.

Il servizio straordinario costerà alle casse comunali 21.700 euro in più.