Sabato 21 Settembre 2019
   
Text Size

BACHECHE COMUNALI, LE SPIEGAZIONI DI ANTELMI

logo_nuova_idea_domani

Una richiesta formale partita dall’Associazione “Theotokos” e dalla Parrocchia Cattedrale di Acquaviva, un verbale di consegna da parte del Comune di Cassano con l’impegno a restituire i manufatti a fine settembre.

 

Sarebbero questi i documenti ritrovati negli archivi del Comune dall’Assessore al Patrimonio, Franco Antelmi relativi alla “vicenda bacheche” e che chiarirebbero i dubbi sollevati lo scorso 29 luglio nel corso del Consiglio Comunale dal capogruppo di “Nuova Ideadomani”, Teodoro Santorsola che in una interpellanza all’Assessore chiedeva come mai si trovassero ad Acquaviva, dinanzi alla Cattaderale, due bacheche appartenenti al Comune di Cassano.

 

Si tratta di un prestito – spiega Antelmi a CassanoWeb, anticipando la risposta alla interpellanza di Santorsola – verso una associazione che ha collaborato in questi anni con il Comune di Cassano che ha fatto alcune iniziative con la Parrocchia Cattedrale di Acquaviva; a fine settembre le bacheche rientreranno nei depositi del Comune di Cassano, magari andando a sostituire quelle ora in circolazione e danneggiate”.

 

Il condizionale è d’obbligo, ovviamente. Si tratta delle parole dell’Assessore che ora dovrà andare in Consiglio a “mostrare le carte” e a dare spiegazioni che sicuramente non mancheranno di suscitare polemiche.

Commenti  

 
#14 LI CONOSCIAMO!!!! 2010-08-08 13:42
CASSANESI VI STA BENE.........ANZI SPERIAMO CHE QUESTA GIUNTA CONTINUI A "PRESTARE" O A SVENDERE ANCHE OGNI SINGOLO CITTADINO IN CAMBIO DI............????????? A VOI LA RISPOSTA!!!!!HA, HA, HA
CHE VERGOGNA CARO ANTELMI (ASSESSORE AL PATRIMONIO MA NON TUO!!!)
 
 
#13 cassanese 1 2010-08-04 20:00
ERA MEGLIO NON DARE SPIEGAZIONI. QUESTA MI SEMBRA UNA BARZELLETTA. IN CONSIGLIO NON SA NULLA NESSUN AMMINISTRATORE POI COMPAIONO LE RICHIESTE SCRITTE. E CHI HA FIRMATO L'AUTORIZZAZIONE? PIUTTOSTO BISOGNA DIRE CHE QUESTO E'PER LA LEGGE UN REATO GRAVE E POICHE' NON SI VUOLE FARE DEL MALE ALLORA SI CERCANO I RIMEDI.
 
 
#12 cittadino 2010-08-04 17:59
antelmi ma per chi ci hai preso per "ignoranti"? passeranno questi anni...alle prossime elezioni mi raccomando di aumentate il voltaggio delle lampadine... ;-);-);-);-) ...
 
 
#11 tinello 2010-08-04 17:53
antelmi ma ti rendi conto che figura che stai facendo...? nessuno ci crederà mai a questa cosa... ma nn ti senti un pò ridicolo? ma xkè nn pubblichi le carte trovate in comune cosi tutti possono vederle?

PS: teodoro sei un grande... bravissimi continuate cosi... che l'hanno prossimo a dare le chiavi alla madonna avremo un nuovo sindaco.... ahhhhhhhhhhhh
 
 
#10 francy 2010-08-04 14:37
Antelmi bisogna trovare il coraggio di punire chi è stato il responsabile.Questo significa amministrare! Così state facendo la figura dei fessi che si lasceranno nuovamente imbrogliare da qualche dipendente sprovveduto. Non l'ha bevuta nessuno questa spiegazione.
 
 
#9 Dubbiosa 2010-08-04 11:53
Antelmi,Antelmi...Se la soluzione era così semplice perchè all'interpellanza di Santorsola non hai replicato subito riservandoti invece una risposta ,dimostrando di non sapere nulla dell'accaduto?Perchè,dopo il Consiglio,ti sei precipitato con i Carabinieri ad Acquaviva per verificare se effettivamente le bacheche appartenenti al Comune di Cassano fossero lì?Mi sembra che la "pezza"trovata non sia a colore...Ci prendi tutti per imbecilli?
 
 
#8 Lorenzo C. 2010-08-04 02:46
Credo che gli amministratori non centrino nulla.
Piuttosto intravedo leggerezza e superficialità nell'approccio con la cosa pubblica.
Ho il timore che i tre anni che gli restano non saranno sufficienti a fargli capire in che marasma sono capitati.
Peccato, credo che in fondo sono delle brave persone e che non meritano di essere attaccate in questo modo.
Però se non si danno una mossa rischiano prima o poi di andare a rispondere dinanzi ai giudici (altro che archivi) e a quel punto potrebbero rinsavire.
Come si dice nel gergo?
"Per risalire c'è chi ha bisogno di toccare il fondo".
Intanto si sta per toccare il fondo. Saranno poi capaci di risalire
 
 
#7 zelig 2010-08-02 21:20
ah ah ah!!! antelmi: che simpatico umorista...
Ma non è che ci avete preso per stupidi???
 
 
#6 pippa doro 2010-08-02 19:35
antelmi ma che dici? tu sei l'assessore al patrimonio fai i prestiti e poi nn ti ricordi? la cosa puzza... mi sembra tanto che qui si vuole coprire qualcuno... forse qualche dipendente
 
 
#5 tiratorescelto 2010-08-02 18:55
e perchè le han tolte ad Acquaviva se è tutto in "regola"?
 
 
#4 poldo 2010-08-02 16:21
concordo con "cado"!!! nessuno dell'amministrazione sapeva nulla? pare strano....quante pezze a colore!!! deluso dell'amministrazione:sad:
 
 
#3 Francesco Acquaviva 2010-08-02 14:19
E' vergognoso che i nostri rappresentanti istituzionali dichiarino nell'ambito,dell'assise pubblica,di non essere a conoscenza della "questione bacheche" per poi affermare dopo qualche giorno che il prestito era stato formalmente autorizzato!!:o:o
Evviva il paese dei balocchi,bravi i nostri amministratori continuate a mettere le "TOPPE" come meglio vi pare. :sad::sad:
 
 
#2 erasmus 2010-08-02 12:56
...documenti ritrovati negli archivi del Comune...?
Ma a che epoca risale il prestito?
Chi c'era Tonino Giorgio?
Mha, menomale che ciè il protocollo!
 
 
#1 pinco 2010-08-02 12:48
Un prestito?
Semmai un comodato!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.