Lunedì 18 Novembre 2019
   
Text Size

SCUOLA, RACCOLTE OLTRE 1400 FIRME PER MIGLIORARLA

petizione_scuola_2_picnik

1.465 cassanesi hanno  firmato la petizione contro la riforma della scuola statale del ministro alla Pubblica istruzione Mariastella Gelmini che anche per l’anno prossimo promette restrizioni e tagli con gravi ripercussioni in termini di qualità dell’insegnamento, sicurezza e ridimensionamento del personale della scuola.

La raccolta di firme è cominciata qualche giorno fa organizzata dai genitori  dell’associazione riconosciuta dal Miur (ministero dell’istruzione) “Cgd (coordinamento genitori democratici) Iod (ieri oggi, domani) Genitori Pugliesi” e ha coinvolto i docenti e i cittadini che vedono nella scuola il luogo del riscatto sociale per tante situazioni di marginalità e degrado sempre più presenti nel territorio.

Le firme raccolte saranno inviate agli uffici scolastici provinciali, regionali e al ministero, con lo “scopo di salvaguardare - come si legge nel modulo di adesione - il diritto allo studio dei figli di tutti contro la dequalificazione in atto nella scuola pubblica e per la sicurezza a scuola dei nostri figli”.

“Sensibilizzare e sottoporre all’attenzione dell’opinione pubblica le problematiche relative alla scuola primaria e infanzia locale per  il prossimo anno scolastico sono i nostri obiettivi - spiega il presidente regionale Giuseppe Scatignainfatti, le nuove regole, che governeranno la scuola elementare con un monte ore settimanale ridotto a  27 per le prime e le seconde, impoveriscono i contenuti disciplinari. Inoltre – continua il genitore - presidente -  le 40 ore del tempo pieno richieste non saranno concesse nelle prime classi nel plesso distaccato di via Gramsci, ma solo per una sezione di via Convento. Inoltre, - continua Scatigna, - le prime classi saranno formate da 27 alunni, e le attuali aule non possono sostenere tanti alunni violando così lo spazio vitale e i parametri di sicurezza nella scuola”.

“Ecco perché l’associazione, - conclude il presidente - promuove la battaglia in favore della scuola e a sfavore dell’irragionevolezza delle scelte ministeriali chiamando a raccolta tutti nell’interesse di una migliore crescita e formazione dei nostri e dei figli di tutti, affinché siano loro e soltanto loro nel cuore e nelle attenzioni centrali del sistema didattico”.

Commenti  

 
#1 ... 2010-06-18 01:30
e scusate se è poco! ancora complimenti!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.